Home Territorio Baia e Latina. Risanato il dissesto finanziario. Il sindaco Santoro: “Andiamo avanti...

Baia e Latina. Risanato il dissesto finanziario. Il sindaco Santoro: “Andiamo avanti con nuovi progetti”

1066
0

Il Comune di Baia e Latina ha risanato il dissesto finanziario dichiarato con delibera del Consiglio Comunale n.44 del 17 ottobre 2011. Con nuova deliberazione il Commissario straordinario di liquidazione ha approvato il Piano di estinzione delle passività.

La Redazione – In tre anni e mezzo, meno del previsto, e in meno tempo rispetto ai normali iter di risanamento economico, l’Amministrazione comunale di Baia e Latina guidata da Michele Santoro ha incassato un significativo risultato che oggi consente di guardare con fiducia ai futuri progetti già in programma.  Era il 17 ottobre 2011 quando veniva dichiarato il dissesto finanziario; tre mesi dopo (17 gennaio 2012) era nominato “l’organo straordinario di liquidazione per l’amministrazione della gestione dell’indebitamento pregresso, nonché per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’Ente”.
La notizia del risanamento del debito è stata comunicata questo pomeriggio alla stampa locale convocata presso la Casa comunale dal Primo cittadino.
Michele Santoro_Baia e Latina_2“Di questo breve percorso, ma necessario, ringrazio i Consiglieri di Maggioranza che hanno da subito con me, sostenuto l’intento di dichiarare il dissesto finanziario del nostro Comune – ha dichiarato Santoro – cercando di garantire alla popolazione la qualità dei servizi essenziali”. Tra essi, il Sindaco cita la raccolta differenziata, oggi quasi al 60% se si considera anche l’impegno civile dei cittadini che praticano il compostaggio domestico (sono circa 400 le compostiere presenti in paese); il servizio della mensa scolastica che per le famiglie di Baia e Latina ha un costo decisamente inferiore rispetto ai comuni del territorio; e ancora, il trasporto scolastico, completamente gratuito.
“La scelta di avviare la procedura di risanamento del Comune, criticata da quanti probabilmente non conoscevano con esattezza la situazione dei fatti, fu dolorosa quanto ferma e risoluta, nella consapevolezza che l’avvio di una sana gestione non poteva che ripartire da un punto fermo”. Tira un sospiro di sollievo il sindaco Santoro, sapendo di poter contare su una cassa comunale ormai più solida rispetto a qualche anno fa. Il minuzioso e accorto lavoro “di ricognizione” del Commissario di Liquidazione Giuseppe D’Aiello, cui va il ringraziamento del Primo cittadino di Baia e Latina, che si è intrecciato “con le recenti modifiche legislative in tema di controlli, trasparenza, anticorruzione, pagamento dei debiti pregressi, mi consente di affermare che quella scelta fu giusta”.
Sono debiti da capogiro quelli ereditati dall’Amministrazione Santoro all’indomani della tornata amministrativa di maggio 2011: Consorzio Unico di Bacino € 253.767,83; Energia elettrica € 659.804,68; Provincia di Caserta € 270.802.30; Comune di Teano € 12.197,22; Comune di Dragoni € 40.870,55; Comune di Piedimonte Matese € 2.153,17; Comunità Montana Monte Maggiore € 55.658,81; Regione Campania € 20.246,11; Manutenzione Depuratori € 50.432,23; Consorzio CO.GE.SA. 21.621,60; Agenzia Segretari Comunali € 11.568,99; Napoletanagas € 22.317,88; Anticipazione di cassa al 2011 € 253.543,44.
A queste cifre, se ne aggiungevano altre, di cui il Comune mette a disposizione gli atti affinché la popolazione sia pienamente cosciente di quanto accaduto e dei risultati ottenuti.
Il debito è stato estinto grazie all’ottenimento di 2 contributi straordinari per un importo totale di € 1.027.917,01; ad un recupero Iva pari a circa € 400mila e  all’ottenimento di un contributo straordinario di 111mila euro annui a partire dalla data del dissesto, senza limite di tempo.
“A breve si vedranno anche gli effetti della chiusura del dissesto sulle famiglie e sulle imprese; appena i tempi dettati dalla Legge lo consentiranno, la pressione fiscale potrà essere ulteriormente ridotta”.
I 300mila euro che il Comune ha messo da parte in questi 3 anni (somma del contributo annuo di 111mila euro assegnati all’Ente locale) serviranno per coprire già alcune esigenze come il potenziamento e riqualificazione dell’illuminazione pubblica; la realizzazione di un’isola ecologica nei pressi del campo sportivo comunale; la realizzazione di un canile comunale.
“Concludo nel ringraziare ancora una volta la mia maggioranza consiliare per il coraggio e la determinazione dimostrata nel seguirmi in questa scelta ardua, di cui oggi, finalmente, nell’interesse soprattutto della collettività di Baia e Latina, vediamo i frutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.