Home Cinema Terra Bruciata. Luca Gianfrancesco presenta il progetto sul “laboratorio della Resistenza” in...

Terra Bruciata. Luca Gianfrancesco presenta il progetto sul “laboratorio della Resistenza” in Terra di Lavoro

1478
0

Venerdì 11 dicembre il filmmaker originario di Vairano Patenora presenta alla stampa il lavoro documentaristico che riprende e approfondisce i primi casi di Resistenza  in Terra di Lavoro, durante l’autunno del 1943

Tre anni di lavoro intenso, impegnati a raccogliere interviste, mettere in scena ricostruzioni in costume, ma anche a portare a termine tutta una ricerca su episodi e testimonianze che attendevano di essere recuperati dalle pieghe della storia e della memoria, e raccontati a noi oggi a 70 anni di distanza. L’11 dicembre, a Roma, il filmmaker Luca Gianfrancesco e i suoi collaboratori presenteranno alla stampa e alle istituzioni il progetto del docufilm “Terra Bruciata – Il laboratorio italiano della ferocia nazista“, che ricostruisce e approfondisce gli eventi misconosciuti dell’autunno del ’43, quando in Terra di Lavoro si attivarono i primi esempi di resistenza all’occupazione tedesca, e con essa diverse azioni di repressione compiute dalla mano nazista.
Un lavoro articolato in ricostruzioni cinematografiche, interviste, immagini e documenti d’archivio, che basandosi anche sulla competenza di un team di storici (Felicio Corvese, Giuseppe Angelone, Giovanni Cerchia, Carlo Gentile, Isabella Insolvibile), va dunque a far riemergere eventi dimenticati nel contesto della Liberazione del Paese, e soprattutto rendere giustizia agli ultimi superstiti di quelle vicende, testimoni oculari di tanta ferocia.
Il progetto, prodotto da Mediacontents, sarà presentato al Complesso dei Dioscuri del Quirinale all’interno della mostra “Millenovecento43-44, Il Sud tra guerra e Resistenza” organizzata da MiBACT, Cinecittà Luce e Parco della Memoria della Campania. E sarà anche la provincia di Caserta a partecipare all’evento, con gli amministrstori dei comuni che nei mesi passati hanno sostenuto l’iniziativa di Terra Bruciata, il presidente della Provincia di Caserta Angelo Di Costanzo, un delegato regionale, rappresentanti del CNR, il commissario dell’Ente Provinciale del Turismo di Caserta Lucia Ranucci, oltre ovviamente agli attori protagonisti Mino Sferra, Arturo Sepe, Paola Lavini e Lucianna De Falco.

Michele Menditto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.