Home Territorio Alife. Il terremoto spacca maggioranza e minoranza, oltre che le pareti delle...

Alife. Il terremoto spacca maggioranza e minoranza, oltre che le pareti delle scuole

Crepe sui muri e l'immediata segnalazione. Poi l'intervento dei Vigili del Fuoco che fanno evacuare l'edificio scolastico di Piazza della Liberazione. Nessun danno strutturale secondo i primi commenti degli esperti

1156
0

alife scuola chiusa per terremotoSulla decisione di ieri di chiudere l’edificio scolastico Paolo Farina che ospita la scuola primaria ha alzato la voce il gruppo di opposizione Toro per Alife, costituito dai consiglieri comunali Roberto Vitelli, Michela Visone, Caterina Ginocchio e Enrico Palmieri.
All’indomani del terremoto che ha distrutto interi paesi dell’Italia centrale, e dopo la scossa di domenica scorsa, si sono presentate diverse crepe sui muri delle aule, alcune con ogni probabilità già create in occasione dei precedenti fenomeni sismici.
Nel frattempo bambini e insegnanti sono stati trasferiti presso l’edificio di via Gramsci che ospita le scuole medie.
Nessun danno strutturale – secondo le verifiche fatte dai Vigili del Fuoco giunti ieri prontamente sul posto – ma solo lesioni di superficie che saranno riparate nel più breve tempo possibile: così rassicura l’Amministrazione comunale.
Con un comunicato Toro per Alife ha fatto nuovamente presente la sollecitazione posta all’attenzione del sindaco Salvatore Cirioli già nel mese di settembre (prot. 7992/2016 del 7.9.2016) in cui invitava l’Amministrazione comunale alle opportune verifiche sugli edifici ancor prima che iniziasse la scuola.
Non solo, l’opposizione nel comunicato ha ricordato il finanziamento di 6 milioni di euro perduto per effettuare lavori di risanamento e adeguamento sismico.
Nello scambio di note dei mesi scorsi tra maggioranza e minoranza non è mancata la risposta del sindaco Cirioli che il 16 settembre 2016, con nota prot.8430/16, comunicava che già il “26 agosto era stata effettuata dal tecnico comunale e dall’assessore delegato una ricognizione degli edifici scolastici per stabilire gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria da effettuarsi e che l’amministrazione comunale aveva conferito un incarico professionale ad un tecnico di comprovata esperienza in materia di ingegneria strutturale per il rilascio delle certificazioni di agibilità statica degli edifici scolastici”.
Le verifiche sugli edifici scolastici alifani- relazionate dall’ingegnere Francesco Palmieri – hanno evidenziato che le strutture comunali potevano assolvere alle loro funzioni statiche (solo carichi gravitazionali), ma  che non erano adeguati alla normativa antisismica vigente.
Toro per Alife fa presente la celerità con cui l’ingegnere Palmieri ha invitato l’Amministrazione comunale a compiere un’indagine finalizzata alla “valutazione della sicurezza sismica” degli immobili, con individuazione del relativo valore dell’ ”indice di rischio sismico”, per valutare gli eventuali interventi di “adeguamento sismico” da compiere.
L’opposizione, chiarendo l’iter di questi mesi accusa oggi l’amministrazione comunale ed i tecnici dell’Ente di inerzia “perché nessuna indagine di valutazione della sicurezza sismica degli edifici scolastici è stata effettuata.
“Pertanto – conclude chiede in ultimo l’opposizione -, il nostro gruppo sollecita ancora una volta l’amministrazione comunale e gli uffici tecnici competenti ad effettuare le verifiche sismiche sugli edifici scolatici comunali nell’interesse di tutti  e certamente non per compiere sterili atti di speculazione che sono estranei al nostro modo di concepire il ruolo di pubblici amministratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.