Home Curiosità Piedimonte Matese. “L’Impianto idroelettrico del Matese”, si torna a parlare del libro

Piedimonte Matese. “L’Impianto idroelettrico del Matese”, si torna a parlare del libro

Merito alla passione per il territorio di alunni e professori e alla ricerca storica del professore Armando Pepe. Dall'Istituto Industriale "G. Caso" un significativo contributo alla storia locale

2406
0

Si torna a parlare del libro, a più mani, frutto della collaborazione di alunni e docenti dell’Istituto Industriale G. Caso di Piedimonte  Matese, L’impianto idroelettrico del Matese curato e dal professore Armando Pepe. Partendo dalle problematiche legate alla proprietà e ai diritti sulle acque del Lago Matese, il curatore del volume, in questo lavoro storiografico conduce un’indagine sul progetto di derivazione delle acque lacustri, poiché bisognava: “ … derivare, mediante opportune opere, le acque che si raccolgono nel Lago Matese, impedendone il disperdimento negli inghiottitoi e utilizzare così, mediante due salti distinti, la loro energia potenziale disponibile, trasformandola in corrente elettrica …”.
L’accurato lavoro, che Pepe ha condiviso con i colleghi e gli alunni dell’Istituto, contribuisce a fare luce anche sulle conseguenze politiche della realizzazione dell’impianto idroelettrico del Matese e in particolare sulla nascita e sullo sviluppo del movimento operaio e del fascismo a Piedimonte Matese.
Il nuovo evento, dopo quello di dicembre, si terrà sabato 28 gennaio, alle 11.00, nell’auditorium comunale in piazzetta San Domenico a Piedimonte Matese. Interverranno: Nicolino Lombardi, dirigente scolastico; Silvio De Majo (Univ. Fed. II Napoli), Lo sviluppo indistriale dei primui del 900in CampaniaGiovanni Giuseppe Caracciolo (Storico del Territorio) La ferrovia del Cila; Dirigenti Enel Presenzano, La centrale oggiArmando Pepe, Dall’idea al libro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.