Home Scuola Piedimonte Matese. Liceo Galilei, gli sudenti francesi in tour sul Matese

Piedimonte Matese. Liceo Galilei, gli sudenti francesi in tour sul Matese

Gli alunni del Liceo Galilei hanno fatto da guida a una delegazione di liceali francesi, alla volta di Fontegreca e Letino, per scoprire alcune delle località più belle del Parco

2232
0

Chissà cosa avranno pensato gli studenti francesi ospitati dal Liceo Galilei di Piedimonte Matese, quando hanno posato gli occhi per la prima volta sulla bellezza del nostro Parco del Matese. Sicuramente stupore e meraviglia per una delle aree naturalistiche più belle del nostro Paese.

Mercoledì scorso le Guide Ambientali delle classi IV CS e IV GS hanno coordinato la visita guidata che rientra nel programma di Alternanza Scuola-Lavoro in corso, affiancate dalle docenti Claudia Santomassimo e Antonia Mastrillo.

Con loro il gruppo di studenti francesi, con i loro insegnanti, ospiti questa settimana dell’Istituto piedimontese grazie al gemellaggio con il Lycée Porte-Océane in Normandia, ai quali sono stati presentati alcune località del Matese.

Tutto ha avuto inizio con la visita a Fontegreca, dove i ragazzi sono stati condotti attraverso le vie del borgo, accolti dal sindaco Antonio Montoro. È stata una passeggiata molto arricchente per i giovani escursionisti, i quali, grazie alla guida di Giovanni Capobianco, hanno inoltre potuto ammirare i caratteristici edifici che si trovano a “Fossa Ceca”, con il loro aspetto signorile che rimanda a un passato nobiliare.
La visita è proseguita in direzione della Cipresseta di Fontegraca, uno dei luoghi del Matese più incantevoli, attraversato dal fiume Sava.

Dopo Fontegreca è stata la volta di Letino, il borgo più alto del Matese, dove il primo cittadino, Fausto Perrone, ha illustrato loro le origini e le tipicità del paese. Una sosta è stata dedicata al fiume Lete, e alle “tre fontane”, per poi scendere verso Lago Matese.

Per i partecipanti si è trattato di un’esperienza notevolmente emozionante: i liceali francesi possono ritenersi fortunati per aver conosciuto uno dei posti più affascinanti della Penisola italiana; per le Guide del Galilei, invece, si è trattato di un’occasione di crescita e di arricchimento della loro sensibilità ambientale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.