Home Chiesa e Diocesi Piedimonte Matese. Successo di visite alla “Scala della Comunione dei Santi”

Piedimonte Matese. Successo di visite alla “Scala della Comunione dei Santi”

Poche settimane dopo l’inaugurazione, proseguono le visite di fedeli e scolaresche al nuovo monumento presso il Santuario di Ave Gratia Plena. Ed ora è in arrivo un nuovo orario settimanale per le visite al Complesso

2881
0

Sono passate solo poche settimane dalla solenne inaugurazione, ma la Scala della Comunione dei Santi, l’originale monumento maiolicato che a Piedimonte Matese ha arricchito la salita al campanile del Santuario di Ave Gratia Plena, è già diventata una delle mete privilegiate dei fedeli e dei visitatori che transitano nel nostro territorio, tanto nel corso della settimana come nel week end. La prima settimana ha fatto segnare un vero e proprio boom di abitanti della Vallata ed il resto della città, in particolare di quanti hanno contribuito alla sua realizzazione: bambini ed adulti, piccoli nuclei familiari e gruppi più nutriti, tutti si sono avventurati lungo i gradini istoriati, sia per ammirare le immagini dei Santi ed i decori, minuziosamente realizzati dal Maestro Elvio Sagnella, sia anche per scoprire dove fossero collocati i nomi dei defunti alla cui memoria, in molti casi, ciascuna mattonella è dedicata. Successivamente, le presenze hanno finito per abbracciare gradualmente i paesi vicini, fino ad attirare i residenti al di fuori della regione Campania.

Il dott. Pasquale Sposato in visita al Complesso con i nipoti

In particolare, ha visitato la torre ed i nuovi spazi espositivi il dott. Pasquale Sposato, ex Questore di Siena, da lunghi anni residente in Toscana: per lui è risultato fortemente toccante il ritorno nella cella campanaria, che egli frequentò negli anni giovanili. Proprio per tale ragione ha elogiato il lavoro di valorizzazione del campanile e degli spazi adiacenti, adibiti ad esposizione museale dai ragazzi della Parrocchia. Accanto alle presenze illustri si è concretizzata pure un’ottima partecipazione da parte scolaresche, in particolare quelle presenti nella città di Piedimonte. L’Istituto Industriale per esempio, ha dimostrato notevole interesse per il complesso sacro: le classi I, IV e V, grazie all’interessamento delle rispettive docenti, hanno inserito la visita alla chiesa parrocchiale, alla torre ed all’ala museale all’interno del proprio programma didattico, rendendolo di fatto un argomento di studio.

I nuovi orari di visita. Passato questo primo periodo, la Scala della Comunione dei Santi e la Mostra I Santi dimenticati resteranno aperti nel fine settimana: ogni domenica quindi, dopo la Messa delle 10.00, come pure dopo quella delle 18.00, sarà possibile ascendere alla torre campanaria e poi proseguire lungo lo spazio museale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.