Home Attualità Wi-fi gratuito nei comuni. L’Unione Europea morde sull’acceleratore

Wi-fi gratuito nei comuni. L’Unione Europea morde sull’acceleratore

In corso la campagna di adesione dei comuni italiani all'innovativo progetto che, entro il 2020, consentirebbe di creare reti Wi-Fi gratuite, senza condizioni né rischi circa i dati personali

1077
0

Lo scorso 12 settembre, il Parlamento dell’Unione Europea ha approvato il programma WiFi4EU, un innovativo sistema che entro il 2020 potrebbe consentire la creazione di reti Wi-Fi gratuite e senza condizioni discriminatorie, da realizzare presso centri e spazi accessibili al grande pubblico, quali ospedali e biblioteche.

Stando alle dichiarazioni di Carlos Zorrinho, deputato portoghese di area socialista presso il Parlamento europeo, non che relatore della proposta, l’idea di fondo consisterebbe nell’assegnazione di voucher a tutti quegli enti pubblici che li richiederanno: essi permetteranno l’istallazione delle connessioni, le quali saranno a totale carico dell’ente richiedente ed offriranno connessione gratuita agli utenti che vi si registreranno. Inoltre, l’uso di queste reti non contemplerebbe alcun uso di dati personali a fini commerciali, ma consentirebbe ad un utente che si registra in un Paese dell’Unione, la possibilità di accedere al servizio presso tutti gli hotspot WIFI4EU presenti in Europa.

Al presente, è in corso una campagna di sensibilizzazione dei Comuni italiani, con la quale si può sollecitare le Istituzioni locali a registrarsi sul relativo portale, onde accedere a buoni del valore massimo di 15mila euro: tale passaggio è una condizione fondamentale perchè, a metà maggio, permetterebbe alla presentazione dei singoli progetti di allaccio delle connessioni. Un primo lotto di voucher sarà composto da 1.000 unità, cercando di privilegiare anche un equilibrio geografico, mentre nei prossimi due anni verrebbero realizzati altri quattro inviti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.