Home Territorio Piedimonte Matese. Ospedale Civile, DEA di I livello. L’annuncio del governatore De...

Piedimonte Matese. Ospedale Civile, DEA di I livello. L’annuncio del governatore De Luca

3063
0

Più volte annunciato e oggetto di accesi dibattiti e discussioni, il timore di quel declassamento fissato nel piano Piano Regionale di programmazione della rete ospedaliera ai sensi del D.M. 70/2015: per l’ospedale civile Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese giunge la conferma ufficiale che lo vede DEA di I livello, scongiurando il pericolo temuto che la struttura potesse perdere il suo potenziale e alcuni servizi (DEA di I livello, cos’è? Dal sito del Ministero della Salute).

Nella conferenza stampa di questo pomeriggio il governatore della Campania Vincenzo De Luca, nel fare il punto sullo stato delle cose in Regione, anche in merito alla sanità, è tornato sui temi della responsabilità e della prudenza circa il rischio di contagio da Covid19; ha annunciato l’avvenuta riapertura dell’ospedale di Agropoli, chiuso nel 2013 e poi: “Andremo, nelle prossime settimane a presentare e ad avviare il DEA di I livello a Piedimonte Matese. Era un impegno assunto e lo manterremo…” (guarda il video al minuto 12 circa https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/272542214009711/UzpfSTUzMzg4MjEzMjU2OjEwMTU4MjM2NjE3ODczMjU3/)

Tema su cui da oltre un anno si sono accesi dibattiti e iniziative popolari come la nascita del Comitato civico Art. 32 che ha sensibilizzato cittadini e sindaci sui rischi per il territorio nel caso di un concreto declassamento; e ancora gli interventi  da parte del sindaco di Piedimonte Matese Luigi Di Lorenzo che ricordando il valore storico della Struttura matesina chiedeva ascolto e voce ai vertici regionali; e i tanti interventi dell’Assessore regionale al Lavoro e Risorse umane, Sonia Palmeri, cittadina di Piedimonte che ha sempre rassicurato sull’esito positivo che la vicenda avrebbe avuto: “Sull’ospedale Civile di Piedimonte Matese ormai da tempo lavoro a fari spenti in Giunta Regionale lontano dalle interferenze di una politica divenuta ormai poco gradita”, dichiarava al nostro giornale nell’aprile 2019. Leggi l’intervento dell’Assessore e delle altre parti politiche locali.

Leggi anche l’impegno del Comitato civico art.32; del Garante dei Diritti dell’Infanzia e Adolescenza Giovanna Del Vecchio; e la posizione della Diocesi di Alife-Caiazzo nelle parole del vescovo emerito Mons. Valentino Di Cerbo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.