Home Scuola Da noi per voi: buona scuola a tutti!

Da noi per voi: buona scuola a tutti!

Aida Corte dirigente scolastico, Don Paolo Vitale responsabile della Pastorale giovanile nella Diocesi di Alife-Caiazzo, Cinzia Brandi presidente di Azione Cattolica, Emilia Conte e Maria Grazia Costantini insegnanti: a loro abbiamo chiesto un augurio al mondo della Scuola, ad alunni, insegnanti, famiglie, collaboratori scolastici e dirigenti alle prese con una "nuova" campanella di inizio anno

1653
0

Torna a suonare quella campanella più volte zittita nei mesi passati; tanto temuta all’ingresso, tanto attesa alla fine delle giornate fra libri, registri, zaini, impegni, voti…
Ma quest’anno l’attesa è cambiata, perché quel suono vorrà indicare più cose: si può tornare insieme, facendo il possibile perché si resti insieme senza interruzioni, perché la formazione, i progetti, i sogni, la vita di chi a scuola forma e si forma non sia interrotta dall’altalenante andamento di un virus, più forte e prepotente di quel che sembrava.
Quel restare e le conseguenze della scuola in presenza, dipenderà da tutti, dalla prudenza di ciascuno, dall’impegno e dalla responsabilità di giovani e adulti.
Abbiamo raccolto le speranze e gli auguri dalle voci di chi con la scuola, con le famiglie, con i bambini e i giovani vive un’esperienza di contatto diretto con l’obiettivo e il sogno di formare le coscienze, favorire la condivisione, generare occasioni di confronto, appassionare al sapere e alla cultura, donare libertà, appassionare alla vita e alle relazioni…

Tutto ciò che abbiamo vissuto ci sia di sprone nell’apprezzare ciò che ora abbiamo. Non sprechiamo le nuove opportunità che questo momento ci offre e agiamo tutti perché la nostra comunità sia un faro, un punto di riferimento, un porto sicuro dove l’osservanza delle regole non sia disgiunta da un approccio entusiasta alle nuove esperienze di crescita e di recupero della socialità.
Sono certa che, pur tra mille difficoltà, l’organizzazione scolastica potrà crescere in efficienza e il sistema consentirà a tutte le sue componenti di sentirsi responsabili e pienamente coinvolte nel processo di miglioramento globale. (…) Un pensiero, il più importante, va ai nostri bambini e ragazzi…vi accogliamo tra i banchi più forti e sicuri; l’emergenza epidemiologica vi ha insegnato l’attitudine al cambiamento, a fare i conti con l’imprevisto e l’imprevedibile, a mobilitare le vostre risorse interiori per affrontare le difficoltà. Noi siamo con voi e speriamo di potervi garantire quel “valore aggiunto”, e tutte le opportunità formative più funzionali al vostro percorso di crescita e di autonomia personale.
Aida Cortese, Dirigente Scolastico Istituto comprensivo di Alvignano

È iniziato il countdown per l’inizio del nuovo anno scolastico. Forse non avete mai desiderato andare a scuola come quest’anno. Dopo il lungo periodo che vi ha visti dietro un monitor, finalmente tornate tra i banchi, ma soprattutto tra i compagni e gli amici di sempre. Questo tempo che avete a disposizione sia il tempo di grazia in cui potete scoprire la bellezza del sapere e l’arte della conoscenza utili per vivere e abitare un mondo migliore. Nella scorsa Giornata Mondiale della Gioventù Papa Francesco ha ricordato ai giovani: “Voi siete l’adesso di Dio”.
Si! voi siete il presente in cui Dio si manifesta nel mondo! Il mio augurio per voi è che possiate continuare a studiare, riprendendo tra le mani ciò che vi appartiene per costruire un mondo migliore, capace di umanità, fraternità, solidarietà, amore, giustizia, perdono, conforto, sostegno, perché questi attributi da tempo lasciati in balia delle tempeste mondane, possano tornare ad essere l’abito della nostra “casa comune”. Buon cammino a tutti!
Don Paolo Vitale, responsabile Pastorale giovanile Diocesi di Alife-Caiazzo

Il mio augurio per tutti coloro che vivono nel mondo della scuola è che sia un anno da vivere “in presenza”, un anno in cui l’unico pensiero sia quello di recarsi a scuola, dove guardandosi negli occhi e stando insieme, ognuno faccia la sua parte per crescere ogni giorno arricchendo il proprio bagaglio culturale e di vita.
Che sia per tutti un anno di riconquiste! Che ognuno possa riprendersi la libertà di mostrare il proprio sorriso ai suoi alunni e ai colleghi, liberi dalla mascherina. Che sia l’anno degli abbracci e delle strette di mano, liberi dal timore del contagio.
Sembra così lontano il tempo in cui tutto ciò era la “normalità scontata” e che adesso ha il sapore del ritorno alla Vita! Un sogno da realizzare assolutamente.
Maria Grazia Costantino, insegnante Scuola Primaria a Cameralunga (plesso dell’IC A. A. Caiatino, Caiazzo)

Domani è un nuovo inizio per i nostri ragazzi e per le nostre famiglie. Nuovo non solo perchè si cambia scuola, classe, insegnante, dirigente…….Credo che il nuovo inizio lo dobbiamo ricercare nella rinnovata capacità delle famiglie di guardare con occhi attenti e fiduciosi al domani dei figli, dei nostri figli. Come educatori e genitori, siamo pienamente consapevoli che la Scuola Italiana, con tutte le sue difficoltà e i suoi limiti, da nord a sud, è la nostra unica risorsa nella educazione e nell’accompagnamento dei nostri figli.
Nel lungo periodo di pandemia ci siamo resi conto di quanto sia prezioso il lavoro o meglio il servizio che i docenti svolgono all’interno della Scuola: non stanno dando solo saperi ai ragazzi. No. Stanno facendo molto di più. Stanno sollecitando le menti dei cittadini di domani di questo mondo, stanno facendo maturare la loro capacità di critica, di ascolto, di condivisione, di manifestazione delle idee anche quando queste si distaccano dal pensiero comune.
Il mio augurio e quello di tutta la nostra grande famiglia di Azione Cattolica è che Scuola e Famiglia camminino sempre una al fianco dell’altra, perché hanno bisogno l’una dell’altra nel prezioso compito di prendere per mano un fanciullo e lasciare libera la mano della ragazza e del ragazzo pronto a volare alto nella società.
Ai nostri Bambini, Ragazzi e Giovanissimi diciamo: il mondo è vostro, puntate lo sguardo verso l’alto e continuate ad essere sale e lievito in ogni momento della vostra vita e in ogni luogo dove sarete!
Cinzia Brandi, Presidente diocesano Azione Cattolica

Forza ragazzi, zaini in spalla, mascherine e si parte!
La riapertura della scuola rappresenta un segnale di grande speranza verso una vita di relazioni, di socialità, di intrecci esperienziali. Quel mondo che ha sempre caratterizzato la vita della scuola ma a cui negli ultimi tempi abbiamo dovuto imparare a rinunciare. Quest’anno, cari ragazzi, la scuola potrà ritornare ad essere il luogo di vita e la culla dei vostri sogni più belli. Portate con voi tutto il vostro entusiasmo, la vostra grinta, le vostre emozioni, il desiderio sempre vivo di nuove conoscenze. Volgete lo sguardo a chi sembra smarrito, non lasciate nessuno isolato, testimoniate il rispetto ed il riconoscimento dell’altro.
Vi auguro di vivere intensamente ogni minuto e quando sentirete la stanchezza, cercate nel sorriso di un compagno la spinta a non mollare.
Riflettendo sul lavoro portato avanti dal grande don Lorenzo Milani nella scuola di Barbiana: impegniamoci  con tutte le nostre forze affinchè la scuola sia il luogo in cui si offrono esperienze e messaggi che ci segnano e ci fanno crescere in umanità. L’esperienza della pandemia ci ha fatto capire quanto sia importante “prendersi cura “ dell’altro, volgere lo sguardo a chi si trova in difficoltà. Solo “condividendo” possiamo superare le difficoltà che immancabilmente incontriamo nel percorso della vita. E’ con questo spirito che vi auguro di “ripartire”, consapevoli che in questa avventura non sarete da soli ma ci sarà un’intera comunità scolastica che nella specificità dei ruoli accompagneranno il vostro cammino.
Buon inizio ragazzi e mi raccomando, rendete straordinaria la vostra vita!
Emilia Conte, insegnante di Religione Cattolica Liceo Galilei Piedimonte Matese

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.