Home Scuola Giornata della Memoria a Piedimonte Matese. Per gli studenti dell’ISISS incontri ravvicinati...

Giornata della Memoria a Piedimonte Matese. Per gli studenti dell’ISISS incontri ravvicinati con la Shoah

Il dramma dello sterminio degli ebrei, vissuto dagli studenti sui luoghi della Storia e in classe la realizzazione di un video

1399
0

Angela Cinotti – Tenere viva la memoria dell’Olocausto e degli orrori patiti dai milioni di vittime che lo hanno subito è l’impegno che tutta la comunità civile dovrebbe assumersi non solo  nel giorno dedicato, il 27 gennaio, per evitare che l’odio razziale continui a trovare terreno fertile per diffondersi come dimostrano i tanti episodi, anche recenti, che ancora si registrano nei confronti di chiunque sia ritenuto “diverso”.

Si tratta di un compito che tutti gli educatori devono assumersi, a maggior ragione la prima agenzia formativa, la Scuola ed è quanto da anni l’ISISS di Piedimonte Matese attua anche mediante percorsi di Cittadinanza e Costituzione costruiti ad hoc.

Grazie, in primis, al lavoro e alla sensibilità delle docenti del dipartimento letterario dell’ISISS , convinte dell’importanza della testimonianza diretta, vengono organizzate lezioni sul campo cui gli studenti partecipano con entusiasmo e consapevolezza. In questo contesto si inseriscono, ad esempio, le visite guidate alle Fosse Ardeatine e ad alcuni dei luoghi che sono stati teatro della persecuzione e della deportazione degli ebrei in Italia  vale a dire  la Sinagoga, il ghetto e il museo ebraico a Roma.

L’itinerario anche quest’anno è stato proposto agli studenti delle quinte classi che, nel mese di dicembre,  pur nel rispetto delle prescrizioni per l’emergenza Corona virus, hanno partecipato in maniera   massiccia all’iniziativa.

Si tratta di un’esperienza coinvolgente che ogni volta lascia il segno negli studenti più di tante parole e di questo  si è avuta prova quando il 25 gennaio la proposta della Consulta Provinciale degli studenti  di realizzare un video per la Giornata della Memoria ha trovato immediato riscontro nell’adesione compatta della classe quinta Informatica dell’istituto industriale.

Gli studenti, coordinati dalla professoressa Filomena Fazzone, hanno messo insieme con creatività le conoscenze acquisite sul tema con le competenze tecniche e nel giro di due ore hanno realizzato un video molto toccante. La parte tecnica, in particolare il montaggio e le foto sono stati curati dagli alunni Piera Acito, Massimo Pal e Martina Melillo che, in qualità di rappresentante alla Consulta ha proposto il lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.