Home Arte e Cultura I venerdì d’autore. “C’è un’altra storia” ed è al femminile, a raccontarla...

I venerdì d’autore. “C’è un’altra storia” ed è al femminile, a raccontarla Barbara Bellani, Iolanda D’Angelo e Nadia Verdile

Domani, 18 marzo alle 18.30, nella Biblioteca diocesana "San Tommaso d'Aquino", incontro con le autrici del libro "C'è un'altra storia. Antologia letteraria e artistica al femminile"

1577
0

Giovanna Corsale – Conto alla rovescia per il prossimo appuntamento della rassegna “I venerdì d’autore”, ciclo di incontri organizzato dalla Biblioteca diocesana “San Tommaso d’Aquino” e in cui scrittori, giornalisti, studiosi, docenti, ma anche talenti locali presentano spaccati di umanità raccontati nelle pagine dei loro libri. Domani, 18 marzo, alle 18.30, sarà la volta di C’è un’altra storia. Antologia letteraria e artistica al femminile, opera scritta a più mani e edita da Maria Pacini Fazzi Editore.

Storie di donne che hanno fatto la storia, ripercorse dalle penne di Barbara Bellani, Iolanda D’Angelo e Nadia Verdile, insegnanti presso il Liceo Artistico di San Leucio – Caserta, con la premessa a cura di Alessandra Nardini, assessora all’istruzione e pari opportunità della Regione Toscana. Le 342 pagine del volume, corredate di immagini, ritraggono testimonianze di vita di donne il cui ruolo è stato fondamentale nell’evoluzione culturale dell’umanità. Profili biografici e intellettuali di notevole spessore, che hanno reso un contributo determinante alla loro società, dal Medioevo alla metà del secolo scorso: poetesse, artiste, eroine, sante, pensatrici, musiciste, letterate, giornaliste, filosofe.

Domani, dopo i saluti del dottor Luigi Arrigo, direttore della Biblioteca, dialogheranno con le autrici Emilia Saggese e Claudia Curcio, passando in rassegna ottantadue figure in rosa che si sono spese per la società che le ha viste figlie, mogli, madri; protagoniste del loro tempo grazie a opere di profonda ispirazione e a una presenza discreta ma incisiva. Finalità del libro è far conoscere, soprattutto alle generazioni più giovani, alcuni dei tanti astri “di un affollatissimo firmamento” che mai smetteranno di brillare.

Per partecipare all’evento occorre essere in possesso del Green Pass

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.