Home Eventi Procida Capitale della Cultura. I musicisti del Galilei di Piedimonte Matese pronti...

Procida Capitale della Cultura. I musicisti del Galilei di Piedimonte Matese pronti per esibirsi nel concerto inaugurale

Sono partiti all'alba alla volta dell'isola dove stasera avrà inizio uno degli eventi culturali più attesi in Italia. Coro e orchestra della Liceo musicale matesino stati scelti per aprire la kermesse

2284
0

Hanno preso la strada del mare gli alunni del Liceo Musicale “Galileo Galilei” di Piedimonte Matese: all’alba sono partiti verso Procida dove stasera si esibiranno in concerto aprendo la manifestazione nazionale che celebra Procida Capitale della Cultura alla presenza delle autorità locali, di quelle regionali e nazionali tra cui il ministro della Cultura Dario Franceschini.

Il coro e orchestra dell’Istituto matesino, diretti rispettivamente dalla professoressa M° Clementina De Simone Professore M° Antonio Di Cerbo, lo scorso 1 aprile, partecipando al concorso musicale AREC (Associazione ex consiglieri della Regione Campania) si guadagnava la menzione speciale che stasera consente loro l’accesso al palco dell’evento inaugurale atteso in tutta Italia, momento di forte visibilità e significativa esperienza sulla bella isola della nostra regione.

“È un crescendo do risultati positivi”, il commento della dirigente scolastica Bernarda De Girolamo, vicesindaco della città di Piedimonte Matese che questa mattina è partita con i suoi alunni accompagnata dai docenti dell’indirizzo musicale tra cui la docente referente dell’indirizzo musicale Claudia Santomassimo, ma anche dal Consigliere comunale con delega alla cultura Loredana Cerrone, e dal Consigliere con delega agli Eventi Annarita Capone (in foto).

L’indirizzo musicale del Galilei, partito cinque anni fa, quest’anno vede concludere il primo ciclo di quella classe che – in una città ricca di numerosi indirizzi scolastici superiori – tra non poche incertezza e forse anche scetticismo da parte di molti, sperimentava una nuova strada: “Una sfida aperta ancora oggi per le difficoltà logistiche che ogni giorno affrontiamo a causa della carenza di spazi idonei alle classi del musicale. Guardiamo avanti con fiducia perché i risultati che abbiamo raccolto in questi anni confermano il valore del lavoro svolto; sono numerosi i premi regionali e nazionali che il nostro gruppo o singolarmente abbiamo portato a casa: le motivazioni e l’entusiasmo dei ragazzi, le competenze dei docenti, il sostengo delle famiglie, e la disponibilità dei collaboratori scolastici sono la risposta necessaria per guardare con serenità a quello che abbiamo costruito e quello che ancora vogliamo realizzare…”. “Il prossimo anno scolastico – aggiunge la professoressa Di Girolamo – avremo una nuova e numerosa prima classe: segno che ripaga i sacrifici di tutti e conferma la fiducia che il territorio sta ponendo nella nostra Scuola. Speriamo di poter realizzare in Città un polo scolastico dotato di servizi e confort per tutti gli studenti che scelgono Piedimonte. Come rappresentante di un’Istituzione scolastica coltivo con i miei docenti questo sogno; come rappresentante della Istituzione civica locale posso confermare che tanto lavoro si sta facendo…”.

Da pochi minuti gli studenti del Musicale sono sbarcati a Procida e sono stati accompagnati da delegati del Comune a visitare la piccola isola; seguirà il pranzo e poi i preparativi per il concerto di stasera che il Liceo trasmetterà in diretta dalla propria pagina facebook (possibilità di una diretta anche su teleischia.it). Trascorreranno la notte nella vicina isola di Ischia dove domani mattina visiteranno il Castello Aragonese prima di far ritorno a Piedimonte Matese.

“È un gruppo, quello formato da orchestra e coro, a cui siamo tutti particolarmente legati per la freschezza e lo spirito che hanno portato nel nostro Istituto ma soprattutto per un insegnamento che ci stanno donando i ragazzi di classe quinta nel dimostrare una maturità che supera la loro naturale età nell’accoglienza e nell’accompagnamento quotidiano di un compagno disabile… La loro attenzione, la premura, la preoccupazione che nutrono è di grande insegnamento per tutti noi”.

Le parole della dirigente De Girolamo per i suoi ragazzi superano i meriti musicali; l’evento di Procida serve oggi a fare un bilancio di questi cinque anni di formazione, di piccoli passi avanti, di traguardi dietro cui si cela tanto sacrificio, le rinunce da parte degli stessi ragazzi a qualche ora di svago in più per preparare al meglio un concerto o un concorso ben oltre gli orari scolastici previsti.

“Il Liceo musicale è stato per molti di loro un vero e proprio percorso di vita alla scoperta di talenti che pensavano di non possedere; se siamo riusciti nella missione di averli aiutati a conoscere meglio se stessi abbiamo compiuto il nostro primo dovere di educatori”, aggiunge la Dirigente.

Presto la loro musica suonerà anche per Piedimonte Matese in occasione della festa di San Marcellino, prete e martire, patrono della Città di Piedimonte Matese; il 3 giugno infatti coro e orchestra del Liceo si esibiranno presso il Chiostro del complesso monumentale di San Tommaso d’Aquino, dove verrà eseguito anche con l’Inno del Liceo, dedicato al tenore Enrico Caruso, la cui famiglia era residente a Piedimonte, scritto e musicato poco prima dell’inizio della pandemia di Covid19.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.