Home Territorio “Alife Vive”, ufficializzata l’associazione di solidarietà nata durante la pandemia. Inaugurata la...

“Alife Vive”, ufficializzata l’associazione di solidarietà nata durante la pandemia. Inaugurata la sede in Piazza Iafusco

Numerosi gli appelli alla solidarietà a favore delle fasce più deboli; positiva la risposta dei concittadini e di alcuni sponsor. "Alife Vive" prosegue il suo cammino in collaborazione con altre associazioni territoriali

870
0

Inaugurata ieri, in Piazza Iafusco, la sede di Alife Vive, nuova associazione locale, nata durante il primo lockdown ma ora formalmente organizzata e pronta a continuare con le attività di sempre: servizio e sostegno ai cittadini più bisognosi, assistenza alle famiglie in difficoltà, condivisione e collaborazione con altre associazioni di tipo solidale.

È un’associazione tutta al femminile coordinata dalla presidente Anna Ferrante; con lei durante la pandemia si è costituito un gruppo di volontarie che coraggiosamente hanno sollecitato la comunità locale a compattarsi per i bisogni delle famiglie e dei singoli in difficoltà: numerosi gli appelli alla solidarietà, a dare una mano, a non sottrarsi all’impegno di aiutare i più deboli. Positiva la risposta dei concittadini ma anche di piccoli sponsor come le attività commerciali locali che si sono fatti avanti. Ieri il  del nastro di una sede reale, messa gratuitamente a disposizione della famiglia di una giovane donna scomparsa prematuramente, Joan Zazzarino, notoriamente esempio di generosità e dolcezza in paese.

A sugellare la serata la presentazione di un Protocollo d’Intesa tra l’Associazione di Solidarietà “Alife Vive” e altre realtà associative, alcune delle quali hanno già ufficializzato il loro comune intento solidale, altre a breve si uniranno a questo patto. “Darsi una mano, tutti, nel fare la carità, perchè come ricorda Papa Francesco è solo insieme che possiamo superare l’ostacolo della indifferenza e dell’emarginazione sociale… Ognuno contribuendo con i propri carismi”, questo il commento del Direttore della Caritas della Diocesi di Alife-Caiazzo, Paolo Carlone intervenuto alla serata insieme ai rappresentanti di altre realtà associative ed enti civici. L’invito a supportare la solidarietà di “Alife Vive” con iscrizioni o anche semplici donazioni è venuto anche dal sindaco di Alife Maria Luisa Di Tommaso, particolarmente presente al fianco della Associazione, come cittadina e come rappresentante del Comune. La serata si è conclusa con un momento di convivialità realizzato grazie alla disponibilità di attività commerciali quali “Le Delizie”, “Pastificio Martino” e “Terra Mia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.