Home Arte e Cultura A Raviscanina un museo dedicato a Celestino V. Sabato 28 maggio l’inaugurazione

A Raviscanina un museo dedicato a Celestino V. Sabato 28 maggio l’inaugurazione

Si chiama "Casa di Celestino V" e consta di un museo e di una biblioteca dedicato al Papa del "gran rifiuto", il cui luogo di nascita si fa risalire al castello che un tempo dominava i territori di Sant’Angelo d’Alife e Raviscanina

402
0
L’urna con il corpo di San Celestino V nel pellegrinaggio a Raviscanina 2011

Sabato prossimo, 28 maggio, a Raviscanina sarà inaugurato un museo dedicato a Celestino V, in occasione dell’11esimo anniversario della Peregrinatio del santo in Terra de Noe nel Reame di Napoli. Il museo, che comprende anche una biblioteca, si trova accanto alla Casa comunale di Raviscanina ed è denominato “Casa di Celestino V“, in onore del santo eremita, dalla vivida spiritualità, scelto per essere Papa, ma pronto a rifiutare il suo questo incarico perché non corrispondente ai suoi ideali di sobrietà e povertà assoluta. Fondatore di ben 36 monasteri e promotore di una dimensione spirituale di cui l’Alto Casertano reca ancora segni visibili: secondo alcuni studi storici, il luogo dei suoi natali – alla fine del 1200 – si fa risalire al castello che un tempo dominava i territori di Sant’Angelo d’Alife e Raviscanina.

Nel corso dell’inaugurazione si terrà una tavola rotonda focalizzata sul tema “Celestino V, spopolamento e possibilità di ripresa delle zone interne“, cui parteciperanno mons. Giacomo Cirulli, vescovo di Teano Calvi e Alife Caiazzo; Angelica De Cristofano, vice presidente di Confesercenti, cui sarà affidata la moderazione del dibattito; Costantino De Cristofano, presidente della Pro Loco Rupecanina; Ermanno Masiello, sindaco di Raviscanina; Vincenzo Girfatti, presidente del Parco del Matese; il parroco dell’Abbazia-Santuario Celestiniano di Casaluce, don Michele Verolle; Gianni Piccirillo, onorevole del Parlamento; Domenico Caiazza, studioso e fervido appassionato di storia, e Ercole De Cesare, depositario delle ricerche realizzate dall’avvocato Caiazza.

Al Papa del “gran rifiuto”, di dantesca memoria, sono dedicati i volumi Il segreto di Celestino V e Terra laboris felix terra a firma di Domenico Caiazza, che saranno oggetto di approfondimento del dibattito, frutto di un lavoro scrupoloso compiuto per amore della verità storica.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.