Home Arte e Cultura Un bibliogiornale per parlare di scienza, fede e impegno sociale. Online i...

Un bibliogiornale per parlare di scienza, fede e impegno sociale. Online i contributi delle Associazioni

Oggi il nuovo video del format BGCult, in cui Slow Food Matese parlerà di "cibo sostenibile"

1127
0

Giovanna Corsale – È previsto per oggi il nuovo appuntamento con BGCult, il biblio-giornale culturale, un format pensato e realizzato dalla Biblioteca diocesana San Tommaso d’Aquino per proporre in video tematiche sociali e scientifiche raccogliendo riflessioni da libri, testimonianze di Associazioni ed Enti del territorio, con il richiamo ai documenti del Magistero di Papa Francesco Laudato sì e Fratelli tutti: è la volontà della Biblioteca diocesana di tenere vivo il dibattito tra esperienze e tradizioni di impegno laico ed ecclesiale ma tutte orientate al bene comune, all’uomo, ad un futuro di giustizia ed equità sociale. Notizie e tendenze presentate in brevi interviste trasmesse attraverso video di circa 8 minuti pubblicati ogni mercoledì sui canali Facebook e Instagram della Biblioteca. Ad aprire il nuovo format, il 25 aprile scorso, è stato il vescovo mons. Giacomo Cirulli, intervenuto sul tema del rapporto tra scienza e fede. Nella puntata odierna invece, si parlerà di cibo sostenibile con l’intervento di Slow Food Matese.

Quali strade per reinventarsi in una prospettiva futura, nell’ottica dell’attuale epoca di “transizione sociale e ambientale”? Questa la domanda alla quale gli ospiti di BGCult danno risposta, ognuno secondo il proprio impegno a favore del territorio. Nelle precedenti interviste si è parlato delle piattaforme digitali utili per ricavare dati relativi a temi ambientali con l’associazione Matese Nostrum; classificazione delle fonti energetiche da parte dell’UE e nuovi regolamenti su cui si è soffermata l’Azione Cattolica diocesana; agricoltura sostenibile, a cura dell’associazione Love Matese; moda sostenibile, con l’intervento della Caritas diocesana e dell’associazione Umanità Nuova; della “Great Resignation” con la testimonianza di Plastic Free Matese.

 Nelle precedenti puntate
Intervista
a mons. Giacomo Cirulli vescovo di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo
CLICCA QUI

Piattaforme digitali: studiale nell’era digitale
– Pasquale Buonpane e Danilo Coluccio (Matese Nostrum)
CLICCA QUI

European Green new deal
– Cinzia Brandi (Azione Cattolica diocesana)
CLICCA QUI

Agricoltura sostenibile
– Angelo Rotunno e Claudia Orsino (Love Matese)
CLICCA QUI

Moda sostenibile – Paolo Carlone e Raffaele Fazzone (Caritas diocesana)
CLICCA QUI

Great Resignation – Chiara Riccio (Plastic Free)
CLICCA QUI

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.