Home Scuola Fair Play nello sport e nella vita. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo di...

Fair Play nello sport e nella vita. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Alife protagonisti di un vivace convegno

Presenti al Convegno gli atleti Angelo Musone, ex pugile originario di Marcianise, e Alessandra Vitale, capitana della Nazionale italiana di sitting volley di San Giorgio a Cremano

599
0
Si è tenuto sabato scorso, presso la palestra delle Medie dell’Istituto Autonomo Comprensivo di Alife, un incontro dedicato al Fair Play inteso come stile da adottare nello sport e in ogni ambito della vita. Il rispetto delle regole e dell’avversario, il saper accettare la sconfitta, la consapevolezza che il successo è direttamente proporzionale all’impegno, sono questi gli atteggiamenti che caratterizzano il fair play, letteralmente “gioco corretto“. Il convegno, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Angela Faraone, rientra nel percorso di Educazione Civica ed è stato realizzato grazie alla sinergia con le Associazioni sportive in base al Patto di Comunità, e al contributo dei docenti coinvolti, in particolare il prof. Giacomo Leonetti, responsabile della formazione sportiva dell’Istituto.

Presenti al Convegno anche i sindaci di Alife e Sant’Angelo d’Alife, i rappresentanti del Panathlon di Caserta, nelle persone del Presidente Giuliano Petrungaro, del Governatore Francesco Schilliró per l’area 11 della Campania e del delegato Coni Michele De Simone. A rapire l’attenzione degli alunni sono stati due atleti che con le loro prestazioni hanno dato lustro allo sport italiano: Angelo Musone, ex pugile vincitore della medaglia di bronzo ai giochi olimpici estivi di Los Angeles del 1984 nella categoria pesi massimi e Alessandra Vitale, atleta paralimpica di sitting volley.

In modo particolare, Alessandra, originaria di San Giorgio a Cremano, capitana della Nazionale azzurra di sitting volley nonché Ambasciatrice degli Sport Paralimpici, ha catturato la curiosità degli studenti, mettendo a loro disposizione la propria esperienza nello sport e nella vita, un esempio di determinazione e capacità di affrontare la disabilità non come un limite, ma come un modo diverso di leggere la realtà.
Il prossimo appuntamento di terrà a Sant’Angelo d’Alife il 29 marzo alle 11.00, presso il Plesso della Scuola Secondaria di primo grado.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.