Home Chiesa e Diocesi Speciale GMG. Quei giovani che sanno anche staccarsi dal cellulare, il commento...

Speciale GMG. Quei giovani che sanno anche staccarsi dal cellulare, il commento di Vincenzo Corrado

Il Direttore dell'Ufficio Comunicazioni Sociali della Chiesa Cattolica Italiana interviene da Casa Italia sul valore della comunicazione in questa Giornata Mondiale della Gioventù e apre una riflessione sull'"umano" che abita i social

722
0

Dalla prima Giornata Mondiale della Gioventù di Buenos Aires nel 1986 a Lisbona 2023 sono trascorsi quasi quarant’anni. Se l’entusiasmo dei giovani, la loro voglia di mettersi in cammino e di stare insieme non cambia, mutano i tempi e gli strumenti con i quali affrontare e vivere questa bella esperienza universale.
Sul fronte della comunicazione nella GMG di Lisbona 2023 si esprime Vincenzo Corrado, Direttore dell’ufficio Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana. “Si tratta di una comunicazione integrale e integrata, una comunicazione d’avanguardia 5.0, virale, a misura dei giovani di questo tempo”.
Nuove tecnologie, app progettate per servire al meglio i fiumi di pellegrini accorsi, eppure c’è l’umano che fiorisce e che sorprende ancora: “un particolare che stupisce è che ci si aspetterebbe di vedere i ragazzi con lo sguardo rivolto agli schermi dei loro smartphone, eppure li vediamo attraversare le folle e ciò che colpisce di più è il loro sorriso”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.