Home Arte e Cultura Candlelight Concert nell’anfiteatro di Alife, musica e parole per riflettere sull’essere “comunità”

Candlelight Concert nell’anfiteatro di Alife, musica e parole per riflettere sull’essere “comunità”

Gli artisti Andrea Rao e Anna Pia Mastrangelo si sono esibiti in un concerto a lume di candela generando un connubio di sentimenti tra i presenti e la positiva provocazione che "comunità" si diventa nella reciprocità

1127
0

La musica al servizio della comunità per riflettere sul senso di appartenenza gli uni agli altri, per meditare sulla crescita umana e sociale di cui c’è bisogno. È stato questo il fil rouge del Candlelight Concert nella suggestiva cornice dell’anfiteatro romano di Alife che ha visto protagonisti gli artisti Andrea Rao, voce, e Anna Pia Mastrangelo, pianoforte. L’iniziativa andata in scena domenica 6 agosto ha visto insieme l’Associazione Culturale Arteatro responsabile dell’organizzazione, il Comune di Alife che ha offerto il patrocinio e le associazioni Alife-Vive e La vita è donna che ha dato supporto e collaborazione.

Esperienza sensoriale che ha coinvolto visto, udito e anima degli spettatori presenti: Rao e Mastrangelo, originari della stessa comunità alifana hanno messo a disposizione competenze artistiche e professionali per dare vita ad una totale immersione nella musica e nelle parole proposte.

Ogni Candlelight Concert punta a creare sinergia tra il pubblico e gli artisti, e poi trasporto emotivo senza l’interferenza massiva di luci o di tecnologia permettendo ai musicisti di comunicare direttamente con i loro ascoltatori, creando appunto un’atmosfera di intima condivisione.

Una scelta musicale volutamente sobria, essenziale nell’allestimento scenico, è stata l’impronta di questo originale evento. I brani in scaletta hanno avuto, come tema portante, i sentimenti, e più propriamente quello l’Amore, esplicitato in brani come Mi sono innamorato di te, La donna cannone, Io che amo solo te e tanti altri, appartenenti al repertorio d’autore italiano. Nel contempo l’Amore ha continuato a farla da padrone in brani in lingua inglese come She, When we were young, Can’t help falling in love. Alla musica si è intervallato l’intervento a voce di Andrea Rao sul senso di cimunità, grande assente ma fortemente ricercato, trasformando così una serata di musica in una positiva e costruttiva provocazione, attingendo all’universo interiore di ciascuno, alle paure, alla spinta interiore che ognuno si porta dentro.

 Gli artisti 
Andrea Rao si forma artisticamente presso l’Accademia del Teatro Stabile Bellini di Napoli nel triennio 2010 – 2013 e successivamente, riconoscendo la potente connessione che esiste tra l’arte e il sociale e di quanto l’una possa far bene all’altra, si laurea e si abilita come Assistente Sociale presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Nel 2016 comincia la sua attività di formatore teatrale negli Istituti scolastici in cui gli studenti possono dar voce alle proprie emozioni allenandosi all’empatia e all’inclusione. Molti degli spettacoli teatrali che nascono da tali laboratori, vedono la partecipazione del mondo della scuola, delle famiglie, dell’associazionismo e degli Enti Locali.

Anna Pia Mastrangelo, pianista fin dai 18 anni, si laurea presso il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso ed è professoressa di Musica presso l’Istituto Comprensivo di Alvignano. Nella sua vita scolastica Anna Pia ha curato, e cura, numerosi progetti Erasmus in cui i suoi studenti grazie anche alla musica scoprono le differenti culture di altre Nazioni e il valore dell’arte musicale come linguaggio universale. Inoltre ella coniuga arte e territorio, portando in giro i suoi arrangiamenti musicali negli spettacoli di beneficenza che l’Associazione Culturale Alifana “Arteatro” operante sul territorio della città di Alife, mette in scena da diversi anni facendo registrare sempre il tutto esaurito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.