Home Primo Piano Al bene dei paesi ci pensano gli studenti. L’ITI di Piedimonte Matese...

Al bene dei paesi ci pensano gli studenti. L’ITI di Piedimonte Matese realizza i nuovi siti internet di Alife e Sant’Angelo d’Alife

Gli studenti dell'Indirizzo Informatica dell'Industriale hanno realizzato siti internet e QR code sui principali siti di interesse storico-artistico delle due cittadine del Matese. Fondamentale la sinergia con i Comuni e l'Istituto comprensivo di Alife. Presto nuovi Qr code anche per i monumenti di Piedimonte Matese

1284
0

Angela Cinotti – L’offerta formativa degli Istituti scolastici rappresenta il biglietto da visita delle scuole ed è ciò di cui le famiglie si informano nel momento in cui devono scegliere l’indirizzo di studi per i propri figli. Essa, oltre a contenere i riferimenti ai piani di studi ministeriali caratteristici dei vari indirizzi, ha una parte più peculiare che comprende anche le attività curricolari ed extracurricolari che mirano ad arricchire il bagaglio di competenze degli studenti e che spesso sono strettamente connesse alle caratteristiche del territorio in quanto nascono dall’analisi dei bisogni dell’utenza.

In queste attività rientrano anche i Percorsi per la Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO); la progettazione di questi percorsi non può prescindere dall’interazione con il territorio su cui insiste l’Istituzione scolastica.  I docenti della classe 4 B dell’indirizzo informatica dell’ Istituto industriale, partendo da queste considerazioni e anche dagli obiettivi previsti dal PNRR per le scuole e dalle indicazioni delle nuove linee guida per l’Orientamento, hanno elaborato un percorso per la cui realizzazione hanno proposto una collaborazione all’Istituto comprensivo di Alife, diretto dalla prof.ssa Angela Faraone che ha accolto con interesse ed entusiasmo il progetto. Gli studenti delle classi terze della secondaria di primo grado sono stati coinvolti in un’attività avente come finalità  lo sviluppo delle competenze in ambito informatico, l’approfondimento della conoscenza del territorio e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dei comuni di Alife e di Sant’Angelo d’Alife. Prodotti finali dell’attività la creazione di siti internet e QR code sui principali siti di interesse storico-artistico delle due città.

La proposta didattica era  basata sulla metodologia del service learning che unisce e integra apprendimento e servizio, il Service (la cittadinanza, le azioni solidali e il volontariato per la comunità) e il Learning (l’acquisizione di competenze) in modo che gli allievi possano sviluppare le proprie conoscenze e competenze attraverso un servizio alla comunità; così facendo gli studenti mettono alla prova, in contesti reali, le abilità e le competenze acquisite dal  curriculum scolastico che in tal modo vengono collegate  alle competenze chiave di cittadinanza.

La proposta ha trovato il favore anche delle amministrazioni comunali di Alife e Sant’Angelo che hanno  sposato il progetto e dato la massima disponibilità per portarlo a termine.

 Le fasi di lavoro e la presentazione dei progetti 
Per la realizzazione gli studenti dell’ITI  hanno collaborato con i loro colleghi più giovani  che sono intervenuti nella fase di raccolta informazioni sui principali luoghi di interesse storico delle due città e di raccolta immagini e video degli stessi. Le fasi di realizzazione del sito internet contenente il materiale raccolto e dei QR-code da posizionare all’ingresso dei luoghi considerati hanno visto gli studenti dell’istituto industriale fare da tutor ai ragazzi della secondaria di primo grado in un lavoro di peer tutoring che ha consentito loro di acquisire nuove competenze in ambito informatico. Tutto il progetto è stato realizzato nell’arco di circa due  mesi, da ottobre a dicembre 2023 ed ha visto il momento conclusivo nelle giornate del 9 e 19 febbraio con la consegna ufficiale del sito e dei QR code alle rispettive amministrazioni comunali.

Il 9 febbraio ad Alife gli studenti dell’ITI, accompagnati dal dirigente scolastico, prof. Nicolino Lombardi, e dai proff. Luca Rossi e Morena Monte insieme agli studenti delle classi terze dell’IC Alife sono stati ricevuti nella sala consiliare dal sindaco, dott. Fernando De Felice al quale sono stati simbolicamente consegnati il sito internet e i QR code.
Vai al nuovo sito.

Il 19 febbraio a Sant’Angelo gli studenti sono stati accolti dal sindaco, prof. Michele Caporaso, che ha ricevuto il sito internet realizzato e i codici ed ha ringraziato l’ISISS consegnando ai docenti  una statuina raffigurante san Michele Arcangelo.
Vai al nuovo sito.

Soddisfatti dell’esperienza vissuta tutti gli studenti, soprattutto i giovanissimi alunni dell’IC che hanno avuto modo di vedere cosa c’è “dietro” la preparazione di un sito internet ed anche di imparare come si realizzano i QR-code con cui sempre più spesso abbiamo a che fare nella vita pratica.

 Nuovi Qr code anche per Piedimonte Matese 
Per completezza di informazione va detto anche che l’ISISS di Piedimonte Matese non ha dimenticato i siti di interesse storico-artistico-religioso della città in cui è situato, infatti  gli studenti della sezione informatica hanno realizzato i codici QR anche per 10 luoghi del territorio comunale la cattedrale di Santa Maria Maggiore, la chiesa di San Tommaso d’Aquino, la chiesa di San Biagio, il Santuario di Ave Gratia Plena, la Chiesa di San Francesco, il Cimitero degli Svizzeri, il Complesso museale di San Tommaso d’Aquino, Palazzo Ducale, Casa Caruso, l’Acquedotto Campano sorgente del Torano e  la centrale idroelettrica del Matese. Prossimamente anche questi codici saranno donati al comune di Piedimonte per essere posizionati in prossimità dei siti a disposizione dei cittadini e soprattutto dei turisti che vorranno visitare la nostra città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.