Home Chiesa e Diocesi Azione Cattolica della Campania, esperienza di passione associativa. A Vairano Scalo l’assemblea...

Azione Cattolica della Campania, esperienza di passione associativa. A Vairano Scalo l’assemblea regionale elettiva

Ad Aldina Maciariello, della Diocesi di Teano-Calvi delegata regionale per due mandati, succede Gianfranco Aprea della Diocesi di Sorrento-Castellammare

793
0

Pio De Maio* – Una domenica di gioia quella vissuta presso il complesso parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano di Vairano Scalo da duecento e più tra delegati e amici di Azione Cattolica provenienti da tutte le Diocesi della regione Campania, ritrovatisi per l’Assemblea reginale elettiva. Una giornata di festa culminata con l’elezione del nuovo Delegato Regionale, Gianfranco Aprea, della Diocesi di Sorrento-Castellamare e dei membri della nuova Delegazione regionale.

Gianfranco, già Presidente diocesano e Incaricato Adulti regionale uscente succede nel servizio alla cara Mafalda Maciariello (Aldina, ndr) che, al termine di due mandati, viene ringraziata in maniera corale dai presenti con un lungo applauso, a dimostrazione di quanto grande sia la riconoscenza per il suo essere stata testimone di una fede espressa mediante la spiccata disponibilità a servire la Chiesa ed il prossimo. A rimarcare in maniera ferma tale aspetto è stato anche S.E. Mons. Giacomo Cirulli – che intervenendo subito dopo la Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Angelo Spinillo, vescovo delegato per il Laicato nella Conferenza Episcopale Campana – ha voluto sottolineare la fermezza e la serietà espresse in ogni momento da Aldina nello svolgere l’impegno affidatole dal Signore. Il momento si è reso utile per il Pastore delle diocesi di Teano-Calvi, Alife-Caiazzo e Sessa Aurunca per rimarcare la forte presenza dell’AC nei territori delle tre Chiese affidate alla sua guida pastorale, alla quale lo stesso ha rinnovato ancora una volta la richiesta di sostegno nel portare a compimento il processo di unificazione.

La giornata, proseguita con i lavori assembleari, ha visto dapprima il ricordo commovente di Pasquale Andria, già Presidente del Tribunale dei Minori di Salerno, Presidente diocesano dell’AC di Salerno, Consigliere nazionale e Delegato Regionale della Campania, per poi proseguire con il messaggio video del Presidente della Conferenza Episcopale Campana, S.E. Mons. Antonio Di Donna. Un pensiero di stima e affetto quello rivolto da quest’ultimo alla Delegata regionale uscente per il servizio accurato svolto in questi anni, assicurando il sostegno e l’incoraggiamento dei Vescovi e riconoscendo l’Associazione quale scuola di formazione del laicato. A seguire, il saluto del già Presidente Nazionale,  Franco Miano, che ha colto l’occasione per sottolineare l’importante lavoro svolto negli anni nel rendere il livello regionale – livello di collegamento – un luogo in cui sperimentare la fraternità, in cui fare esperienza di un cammino comune. Al termine dei saluti iniziali ed espletate le procedure di rito necessarie a rendere valido il momento elettivo, è stata la volta della relazione della Delegata uscente. Un susseguirsi di esperienze vissute, di impegni e obiettivi raggiunti, senza tralasciare un riferimento al tempo futuro. Un intervento capace di far trasparire la bellezza di legami costruiti, condivisi, fatti fruttificare, a testimonianza di un impegno regionale concretizzatosi in lungo e in largo per la regione, a casa di ciascuno per essere prossimi ad ogni realtà. E poi l’attenzione agli Assistenti spirituali, ad ogni livello. Insomma una relazione di sintesi che ha trovato nell’intenso applauso finale, una vera e propria standing ovation, il riconoscersi di ciascuno nelle parole donate dalla Delegata regionale (leggi il testo integrale della relazione). Ma il consiglio regionale di domenica si è offerto anche quale occasione per invitare i presenti – attraverso la voce della Vice-giovani Nazionale Emanuela Gitto – a non mancare il 25 aprile in Piazza San Pietro all’incontro con Papa Francesco, momento che segnerà l’inizio della XVIII assemblea Nazionale di Azione Cattolica.

Una vera e propria domenica di passione associativa, un momento da conservare nell’album dei ricordi della storia diocesana. L’aver avuto la possibilità di ospitare un così importante momento ha offerto alla nostra AC la possibilità di incamerare una sostanziosa dose di energia associativa utile per rendere maggiormente bella, accogliente e sinodale la nostra Chiesa particolare.

*Presidente Azione Cattolica della Diocesi di Teano-Calvi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.