Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Il patrimonio culturale ecclesiastico a portata di tutti. Gli eventi...

Piedimonte Matese. Il patrimonio culturale ecclesiastico a portata di tutti. Gli eventi in città

Le Diocesi dell'alto casertano guidate dal vescovo Giacomo Cirulli aderiscono alle Giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico 2024 promosso dalla Chiesa cattolica italiana. A Pieidmonte Matese eventi a Sepicciano e nella Biblioteca diocesana; anche un tour urbano nella giornata di giovedì 16 maggio

532
0

giornate patrimonio 2024 Visite guidate, confronti letterari, letture di opere d’arte: a Piedimonte Matese l’iniziativa promossa dalla Diocesi di Alife-Caiazzo sommerà cultura, sapere, curiosità per offrire ancora una volta bellezza che edifica. L’appuntamento è da lunedì 13 a venerdì 17 maggio nell’ambito delle Giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico 2024 promosso dalla Chiesa cattolica italiana a cui hanno aderito le Diocesi di Teano-Calvi, di Alife-Caiazzo e di Sessa Aurunca con un unico cartello di eventi coordinati dal Vicario episcopale per gli Affari amministrativi e legali Don Roberto Guttoriello, localmente progettati e promossi dagli Uffici di Curia competenti (Il programma completo).
L’iniziativa nasce in collaborazione con altri Istituti culturali nazionali quali AMEI (Associazione dei musei ecclesiastici italiani), AAE (Associazione degli archivisti ecclesiastici) e ABEI (As­sociazione dei bibliotecari ecclesiastici italiani) e celebra i quarant’anni dal nuovo Concordato, in cui tra gli impegni si ricorda quello della Chiesa per la tutela dei Beni culturali e il beneficio che l’8xmille garantisce per il restauro, la conservazione e la promozione di essi (Su Clarus il 6 maggio).

Esperienza che si tocca con mano a Piedimonte Matese, il centro maggiore della Diocesi di Alife-Caiazzo, sede dell’episcopio; qui, durante le Giornate, saranno due i principali punti di “attrazione”: la chiesa parrocchiale di San Marcello e San Michele in Sepicciano e la Biblioteca diocesana “San Tommaso d’Aquino”. Sarà quest’ultima ad ospitare il maggior numero di eventi in più date. Si comincia lunedì 13 maggio con un Open Day riservato agli studenti delle Scuole medie e  superiori cittadine, replicando gli appuntamenti annuali ad esse riservati: la vita di un libro antico, la sua conservazione (passando per i restauri), la fruizione dei contenuti, il valore nel tempo; ma anche come vivere e studiare in biblioteca oggi, attraverso i moderni servizi che questo sito diocesano, realizzato con i fondi 8xmille alla Chiesa cattolica offre gratuitamente al territorio (gli Open Day si ripeteranno nei giorni 15 e 17 maggio secondo le modalità fornite agli Istituti scolastici).

Poi sarà la volta di Sepicciano; giovedì 16 maggio alle 10.30 l’incontro coinvolgerà gli studenti del Liceo Statale “Galileo Galilei” della città; verrà presentato il restauro della pala d’altare raffigurante San Michele Arcangelo attraverso una lettura artistica e teologica dell’opera; nello stesso evento assisteranno al concerto d’organo del maestro Michele D’Agostino docente presso il Liceo musicale e organista dell’Abbazia Benedettina di Montecassino: sarà l’occasione per conoscere lo strumento e il processo di restauro reso possibile grazie all’8xmille della Chiesa cattolica e già messo a disposizione di studenti del luogo per esercitazioni e studio; in tema musicale anche la mostra espositiva di antichi corali, codici liturgici per la preghiera e il canto custoditi dalla Biblioteca diocesana San Tommaso d’Aquino; all’evento sarà presente il vescovo Mons. Giacomo Cirulli. Nel pomeriggio, appuntamento alle 16.00 presso la chiesa di San Tommaso d’Aquino (nota come San Domenico) per un tour di quartiere finalizzato alla lettura e rilettura di alcuni affreschi conservati nei diversi luoghi di culto scelti per l’occasione secondo una precisa sequenza storica. Si comincia dalla cappella di San Biagio, monumento nazionale, edificata tra la fine del 1300 e gli inizi del 1400, scrigno di affreschi con storie dell’Antico e Nuovo Testamento: il percorso va poi verso San Tommaso d’Aquino per visitarne la cappella laterale affrescata; si prosegue per la chiesa di San Rocco edificata nel 1528 e che dopo i lavori post sisma del 2013 ha rivelato un pregevole affresco cinquecentesco con Madonna e Santi. Ultima tappa la basilica di Santa Maria Maggiore con gli affreschi del pittore napoletano Gaetano Bocchetti realizzati agli inizi del 1900.

Si torna nella Biblioteca diocesana venerdì 17 maggio per l’evento “Una notte in Biblioteca”, lunga serata dedicata ai molteplici servizi offerti da questo luogo e dal suo staff: si comincia alle 19.00 con “Benvenuti in Bibliodac”, momento di accoglienza; alle 19.30 “Io leggo con te”, quattro spazi contemporaneamente riservati alla presentazione dell’offerta culturale della biblioteca: arte, scienze, teologia, umanistica. Alle 20,30 “La meravigliosa storia del libro”: nella sala Mons. Pietro Farina, un viaggio nel libro antico tra storia, scritture, materialità, arti…. . Alle 21 si chiude con “Ove giacea somma bellezza. Versi e musica in biblioteca” II edizione.

In tutti gli eventi sarà riservato uno spazio espositivo e descrittivo dei progetti che la Chiesa Italiana e quella diocesana realizzano con i fondi 8xmille alla Chiesa Cattolica, finalizzati a sensibilizzare maggior sostegno perché la cultura e i beni culturali continuino ad essere patrimonio di tutti e per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.