Home Eventi Giro d’Italia. Martedì 14 maggio si va a Bocca della Selva

Giro d’Italia. Martedì 14 maggio si va a Bocca della Selva

Per chi sale sul Matese da Piedimonte, navette a disposizione da località "L'impiccato" e "Sella del Perrone". L’Italia sogna grazie alle straordinarie prestazioni di Jonathan Milan della LIDL-TREK e Andrea Pietrobon della TEAM POLTI KOMETA rispettivamente primo e quinto nella classifica dei velocisti che assegna la Maglia Ciclamino

540
0

Non il bianco della neve, né il verde delle montagne, ma il rosa del Giro d’Italia sarà il colore dominante a Bocca della Selva dove martedì 14 maggio è atteso l’arrivo della XIV tappa. La località montana a quota 1.392 mslm, nei comuni di Piedimonte Matese e Cusano Mutri si prepara ad accogliere tifosi, turisti, appassionati delle due ruote e poi lei, la Carovana di musica, spettacolo, giornalisti, gadget, mascotte, ammiraglie delle squadre, e soprattutto gli irriducibili professionisti in sella alle loro bici.

L’italiano Jonathan Milan, della squadra LIDL-TREK primo nella classifica dei velocisti (Maglia Ciclamino). Foto giroditalia.it

Partiti da Venaria Reale (TO) sabato 4 maggio sono scesi lungo lo Stivale fino ad arrivare, ieri, a Bacoli, tappa più a sud di questo Giro: l’antica Baia romana, scrigno di storia e natura, si è mostrata in tutta la sua naturalezza e ritrovata possenza mediatica e artistica. Oggi riposo; domani ci si misura con più pesanti salite, preludio di un percorso che sarà sempre più spesso in piedi sui pedali, fino all’ultimo traguardo di Bassano del Grappa.

Sono tre le province che attraverserà il giro nella tappa del 14 maggio per un totale di 142 km: Napoli, Caserta e Benevento. Partenza da Pompei alle 13.05, poi passaggio per Nola; il casertano vedrà coinvolta la città di San Felice a Cancello, poi sarà tutto Sannio. Da Arpaia a Bocca della Selva, passando per Camposauro sotto il traguardo del I Gran Premio della Montagna a quota 810 metri; poi di nuovo in pianura a Solopaca e nuovamente salite verso Guardia Sanframondi, Cerreto, Cusano Mutri fino a Bocca della Selva per il traguardo e il II Gran Premio della Montagna. Appena transitati sulla linea dell’ultimo metro, i corridori scenderanno nuovamente a Cusano dove è allestito il Villaggio riservato alle premiazioni, interviste, e festa finale.

L’Italia attende i risultati degli italiani Jonathan Milan della LIDL-TREK e Andrea Pietrobon della TEAM POLTI KOMETA rispettivamente primo e quinto nella classifica dei velocisti che assegna la Maglia Ciclamino; Milan con i suoi 174 punti stacca di molto il secondo – l’australiano Groves con 116 punti – e si sta attestando tra i migliori e i più temuti. Occhi puntati sull’ormai inossidabile Tadej Pogacar della UAE TEAM EMIRATES primo in classifica generale e primo nella classifica del Gran Premio della Montagna: chissà che Bocca della Selva confermi il suo primato. Sempre in classifica generale si fanno notare altri due italiani Antonio Tiberi della BAHRAIN VICTORIOUS e Lorenzo Fortunato della ASTANA rispettivamente sesto e settimo. Dal vivo o in tv, i cittadini dell’area matesina si uniranno agli spettatori che da tutto il mondo seguono l’evento sportivo italiano di maggio.

Per quanti vorranno assistere al passaggio della Carovana e dei corridori o direttamente al traguardo, il Comune di Piedimonte Matese mette a disposizione un servizio navetta da Campo Maiuri (noto come L’Impiccato) e Sella del Perrone (incrocio tra Bocca della Selva e Campitello Matese) verso Bocca della Selva al costo di 2€.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.