Home Territorio Baia e Latina. Progetto di autocostruzione per 6 alloggi, presto un incontro...

Baia e Latina. Progetto di autocostruzione per 6 alloggi, presto un incontro pubblico

909
4

Il 5 aprile incontro pubblico con il sindaco Santoro e la presidente Aliseicoop Barbarella per presentare l’iniziativa di autocostruzione associata

La Redazione – Dopo Piedimonte Matese è il turno di Baia e Latina per l’alto casertano. Parliamo del progetto regionale Cantieri Aperti, che punta alla realizzazione di alloggi a basso costo con il coinvolgimento diretto delle famiglie interessate, secondo le modalità dell’autocostruzione associata.
Il giorno 5 aprile, ore 18 nella Sala consiliare, avrà luogo un pubblico incontro per la manifestazione di interesse a questo progetto regionale, con la presenza del sindaco Michele Santoro e di Carla Barbarella, presidente della Aliseicoop, cooperativa che assiste i costruttori nella realizzazione delle case. Difatti l’autocostruzione prevede proprio che siano i futuri proprietari a lavorare, assistiti da professionisti del settore, nella costruzione degli alloggi (per Baia e Latina ne sono previsti 6). Un lavoro manuale che permette di economizzare sui costi, nel solco di quello che è l’obiettivo del progetto, vale a dire intervenire sull’emergenza abitativa costruendo abitazioni a basso costo, facilitando l’accesso a un bene come quello della casa a chi per la scarsità di risorse non potrebbe permettersi l’accesso al mercato immobiliare. L’Aliseicoop, organismo senza fini di lucro, sarà di supporto nell’affrontare gli iter tecnici e burocratici.
Questo progetto si è già concretizzato in due città campane che hanno fatto da apripista: Villaricca, 25 alloggi dove già si stanno realizzando i tetti, e la più vicina Piedimonte Matese. Qui nella frazione di Sepicciano sono all’opera i futuri proprietari, impegnati della costruzione di 12 villette a schiera.

4 COMMENTI

  1. Vorrei farvi conoscere il progetto di edilizia sociale in autocostruzione che è stato avviato nel 2006 a Ravenna.

    Cos’è l’autocostruzione?
    L’autocostruzione assistita è una procedura edilizia con specifiche e consolidate modalità e tecnologie costruttive, diretta e coordinata da professionisti, attraverso la quale un gruppo associato e volontario di persone o di famiglie realizza, nel tempo libero dal lavoro o dall’occupazione principale, la propria abitazione. (tratto da Fondazione Michelucci)

    Il cantiere dal 2009, dopo che le famiglie hanno lavorato per quasi 3 anni, è bloccato:
    questa l’intervista di Liberaradio: http://matteo-equilibrio1.blogspot.com/2012/09/intervista-telefonica-di-liberaradio-8.html
    questa l’inchiesta del Corsera: http://matteo-equilibrio1.blogspot.com/2012/10/autocostruzione-video-inchiesta-di.html

    Il progetto di Ravenna non è un caso sporadico, Alisei ONG che da 10 anni si vanta di assistere le famiglie di autocostruttori, ha avviato più di 30 cantieri, realizzandone meno della metà, come si può leggere da questo link: http://matteo-equilibrio1.blogspot.com/2012/08/gli-affideresti-ancora-dei-soldi-lo_10.html

    Vi chiedrete cosa ha fatto e cosa sta facendo il Comune per queste famiglie…? Questo:
    http://matteo-equilibrio1.blogspot.com/2013/02/la-politica-trasforma-un-sogno-in-un.html

    Un saluto cordiale.
    @autocostruttore – Matteo Mattioli

  2. Caro Matteo, il suo commento è decisamente out, se considera che l’iniziativa di autocostruzione assistita gestita da ALISEICOOP non ha nulla in comune con quanto di fallimentare c’è stato a Ravenna. Questi subdoli tentativi ti accostare il progetto Cantieri Aperti di Aliseicoop ad altri organismi con nomi similari francamente è una storia vecchia quanto il mondo, che sinceramente non fa più notizia. Le consiglio di visitare il sito http://www.autocostruzione.net, dove sono riportate le immagini aggiornate del cantiere di Villaricca e di Piedimonte Matese, così si potrà fare un’idea reale dei meravigliosi risultati raggiunti dagli autocostruttori campani.

    • Matteo, è ormai da anni che circola sul web la notizia della brutta esperienza della tua cooperativa di Filetto. Ti ho già espresso per questo la mia solidarietà. Non accetto però che per ragioni personali tu continui a fare di ogni erba un fascio,insinuando dubbi sull’autocostruzione in quanto tale,ignorando le tante iniziative che in Umbria,nella Marche ed in Campania sono o stanno andando a buon fine,consentendo di autocostruire case a costi molto contenuti,con un controllo rigoroso della spesa, nel pieno accordo dei soci delle cooperative.
      Ti invito a visitare i siti http://www.autocostruzione.net e http://www.aliseicoop.it dove sono documentati gli sviluppi dei cantieri di autocostruzione di cui è responsabile al momento Aliseicoop che prego ancora una volta di non confondere con l’organismo responsabile dei problemi di Filetto, la Ong Alisei.
      Ci accomuna soltanto il riferimento ai venti buoni dell’Oceano Atlantico, ma assolutamente niente altro!
      Perché non trovi il tempo di venirci a trovare in Campania dove oggi Aliseicoop lavora? A Villaricca, a Piedimonte Matese o a Baia e Latina dove speriamo di far partire presto una altra iniziativa.

      Carla Barbarella. Aliseicoop piccola società cooperativa

      • Cara Carla, molti mesi fa Le avevo posto una domanda, che Le ripeto, invitandoLa a rispondere: ha mai avuto un ruolo in Summa s.r.l. a fianco di Ottavio Tozzo, Presidente di Alisei ONG (fino al 2010) e Presidente di Alisei S.r.l., ditta che ha operato a Ravenna?
        Cordiali saluti.
        @autocostruttore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.