Home Territorio Musica e montagna. Il Matese che ancora stupisce nell'evento promosso dal Cai

Musica e montagna. Il Matese che ancora stupisce nell'evento promosso dal Cai

889
0

Centrotrenta persone riunite a Monte Orso per partecipare all’edizione 2013 de L’imboscata

IMG_5281 (2)Montagna, emozioni, musica e tanta allegria sono state il “fil rouge” dell’edizione 2013 de L’imboscata, evento inserito in “Rifugi di cultura”, incontro estivo diffuso in quindici rifugi dell’arco alpino e appenninico per valorizzarne il ruolo di promotori di cultura, lanciato dal Gruppo Terre Alte e il comitato Scientifico Centrale in occasione del 150 ° anniversario del Club Alpino Italiano. Il presidente della sezione matesina del Club Alpino Italiano Franco Panella ha accolto i presenti con una fine citazione letteraria,”L’essenziale è invisibile agli occhi”, tratta dal ‘Piccolo Principe’ di Antoine de Saint-Exupery: ciò che vediamo è pura apparenza, ma l’essenza delle cose si nasconde e solo con cuore e spirito si può raggiungere.  Anche la montagna dunque, la condivisione dell’amore per essa con gli altri, porta a cogliere ciò che è essenziale per cuore e mente. Un gioioso messaggio per quella che è stata una gioiosa festa. Nonostante la pioggia del pomeriggio, domenica 14 luglio 2013, dalle 9:30 al tramonto, le oltre centrotrenta persone non hanno rinunciato a partecipare e a riunirsi presso la Capanna Sociale di Monte Orso, situata nel comune di Castello del Matese. Spettacolo e intrattenimento unico con concerto d’archi, quello di chitarra classica e il teatro, ma anche musica popolare.
IMG_5180 (2)

Infatti Sandro Furno, Responsabile del Progetto, ed Enzo Di Gironimo, Referente del Gruppo Terre Alte Italia centro-meridionale e insulare, hanno presentato ai presenti la pubblicazione «Canti e Danze del Matese», a cura del “Gruppo Terre Alte – Comitato Scientifico Centrale del CAI”. Lavoro di ricerca, conservazione e tramandamento di cultura viva negli anziani, che ne depositano la memoria e i saperi. A salutare quest’evento anche la Presidente del GR CAI Campania Anna Maria Martorano e il Presidente del GR CAI Molise Pierluigi Maglione, oltre al Vice Sindaco del Comune di Piedimonte Matese Costantino Leuci. Durante la giornata, dopo il pranzo, ancora tanta musica e divertimento: tammorre, tamburelli, ciaramelle e chi più ne ha più ne metta, hanno ravvivato il pomeriggio con musiche locali e non, in omaggio agli intervenuti dei luoghi vicini, e scaldato i cuori e la mente. Ebbene sì, una montagna tutta da vivere e scoprire.

Noemi Riccitelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.