Home Eventi Piedimonte Matese in rosa: al Mucirama torna la kermesse “MucirAmaLeDonne”

Piedimonte Matese in rosa: al Mucirama torna la kermesse “MucirAmaLeDonne”

996
0

Dal 5 all’8 marzo, tanti eventi al Museo Civico di Piedimonte in occasione della Festa della Donna. Tra gli ospiti la giornalista Nadia Verdile

mucirama donne-piedimonte-mateseLa Redazione | Edizione numero tre per l’appuntamento in rosa del Mucirama, il Museo Civico Raffaele Marrocco di Piedimonte Matese. In occasione dell’8 marzo, il museo piedimontese dedica una rassegna di appuntamenti all’universo femminile, MucirAmaLeDonne, che in parte riconferma gli eventi delle passate edizioni e propone allo stesso tempo qualcosa di nuovo.
Il programma è stato preparato dall’associazione Am’Arte, assieme al Museo e al Comune di Piedimonte, nei giorni che vanno dal 5 all’8 marzo.
Quali sono gli appuntamenti? Si comincia il 5 marzo alle ore 10 con l’inaugurazione della seconda edizione della Mostra fotografica Donne in positivo sul tema “Sguardo al femminile, le donne e l’arte“, che raccoglie scatti che in qualche modo si legano al mondo delle donne nelle sue sfaccettature, e che sarà possibile votare.
Il 6 marzo sarà ospite la giornalista Nadia Verdile (ore 18) che porta al Mucirama il suo “Italiane“, prodotto editoriale che celebra le figure femminili della storia italiana rimaste nell’ombra, e dunque mai ampiamente raccontate. Un appuntamento a cui fa seguito (ore 19.30) la mostra d’arte contemporanea “L’arte che unisce” di Anna e Mirella Zulla, la coppia di sorelle pittrici che sta riscuotendo crescenti successi in giro per l’Italia.
E l’8 marzo? L’ultimo giorno della kermesse vede in primo piano un dibattito sulla difesa della donna, con un incontro (ore 9.30) dal titolo felliniano “L’8 marzo a Piedimonte Matese: la città delle donne“, con diversi interventi tra cui responsabili dei centri antiviolenza Aurora e S.T.O.P., degli assessori Danila Perri e Cristina Palumbo, e del sindaco Cappello.
La giornata sarà importante anche per l’intitolazione dell’auditorium comunale (ore 18) che prenderà il nome di Sveva Sanseverino, a cui si deve la nascita di tutto il complesso domenicano dove ha sede il Museo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.