Home Un verso un pensiero Alessandro Manzoni, La Pentecoste

Alessandro Manzoni, La Pentecoste

1167
0

LA PENTECOSTE

Madre de’ Santi, immagine
Della città superna;
Del Sangue incorruttibile
Conservatrice eterna;
Tu che, da tanti secoli,
Soffri, combatti e preghi,
Che le tue tende spieghi
Dall’uno all’altro mar;
Campo di quei che sperano;
Chiesa del Dio vivente;
Dov’eri mai? qual angolo
Ti raccogliea nascente,
Quando il tuo Re, dai perfidi
Tratto a morir sul colle
Imporporò le zolle
Del suo sublime altar?
E allor che dalle tenebre
La diva spoglia uscita,
Mise il potente anelito
Della seconda vita;
E quando, in man recandosi
Il prezzo del perdono,
Da questa polve al trono
Del Genitor salì;
Compagna del suo gemito,
Conscia de’ suoi misteri,
Tu, della sua vittoria
Figlia immortal, dov’eri?

Nasci dal sangue versato, Chiesa, madre dei santi,
simbolo della Città
 suprema.
Non c’eri quando il Signore si lasciò umiliare per l’umanità
E non c’eri quando resuscitò, lasciando questa terra.
Pur compatendo la Sua sofferenza e pur essendo consapevole
del suo mistero, non c’eri,
perché il tuo tempo è adesso!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.