Home Scuola Piedimonte Matese. Per gli studenti del Galilei prospettive di lavoro digitale

Piedimonte Matese. Per gli studenti del Galilei prospettive di lavoro digitale

Il Liceo piedimontese stipula una convenzione con l'IBM, grazie alla quale le calssi III e IV dell'indirizzo di Scienze Applicate parteciperanno al progetto "Digitale per fare"

1555
0

Claudia Santomassimo

L’intensa attività al Liceo “G. Galilei” di Piedimonte Matese non conosce tregua.
Sabato scorso, 14 gennaio, dopo l’emozionante serata dedicata alla Notte Nazionale del Liceo Classico, conclusasi alle 22.00 circa, la Dirigente Scolastica, prof.ssa Bernarda De Girolamo, ha raggiunto un altro importante traguardo, grazie a una convenzione stipulata con l’International Business Machines Corporation (IBM) per la realizzazione del Progetto Alternanza Scuola Lavoro. Destinatari di “Digitale per fare”, proposto dal team IBM, sono gli alunni delle classi III e IV del Liceo Scientifico, opzione Scienze Applicate, che saranno guidati da professionisti IBM, esperti delle singole tematiche individuate. Il progetto prevede un percorso di esperienze basato su moduli formativi e tutoraggio, esteso anche al post esperienza, finalizzato a migliorare, da una parte, la comprensione del mondo del lavoro (con le dinamiche globali che lo caratterizzano) e, dall’altra, a facilitare la messa a punto di un proprio iter professionale in grado di orientare le scelte future.
Per molti ragazzi la pervasività della tecnologia e la partecipazione a network sociali fa parte dell’esperienza quotidiana e ciò può costituire un elemento di continuità sul quale basare l’alternanza scuola lavoro, in grado di valorizzare competenze già possedute. Sarà possibile organizzare delle visite aziendali e gli alunni avranno la possibilità di utilizzare strumenti tipici dei contesti di lavoro reali.
Il Progetto sarà sottoposto a monitoraggio, verrà effettuato il tracking degli interventi formativi per quanto riguarda l’esposizione ed il gradimento dei contenuti da parte degli studenti.
Saranno predisposti sondaggi durante e a fine delle esperienze per monitorare l’andamento del progetto e raccogliere le osservazioni dei ragazzi e degli insegnanti e con cadenza periodica si procederà ad analizzare i dati raccolti.
Il lavoro nelle società della conoscenza è caratterizzato dalla mobilità e dalla crescente importanza della collaborazione. I luoghi del lavoro hanno confini labili, sono permeabili e gli stessi spazi fisici tradizionali, identificabili come fabbriche e uffici, sono profondamente diversi da come erano qualche decennio fa. Agli spazi reali si affiancano dimensioni virtuali che estendono ed arricchiscono l’universo lavorativo.
Bisogna prepararsi, allora, a saper lavorare in un mondo che cambia e gli alunni del Liceo Scientifico a indirizzo Scienze Applicate, grazie a questa collaborazione innovativa con l’IBM, avranno sicuramente una marcia in più.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.