Home Dalla Campania Napoli. Parte il corso “Biblioteca e Digitale” nella Biblioteca Fra’ Landolfo Caracciolo

Napoli. Parte il corso “Biblioteca e Digitale” nella Biblioteca Fra’ Landolfo Caracciolo

Il corso si svolgerà nella bilbioteca del Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore e si articolerà in tre incontri, l'ultimo il 10 marzo

2092
0

biblioteca san tommaso d'aquino alife-caiazzo clarus

Si terrà domani 17 febbraio, nella Biblioteca “Fra’ Landolfo Caracciolo” del Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore di Napoli, l’inaugurazione del corso Biblioteca e Digitale, organizzato in collaborazione con l’Associazione San Bonaventura Onlus, fino al 10 marzo.

La realizzazione di una biblioteca digitale, mediante pratiche di digitalizzazione e le strumentazioni che si richiedono per questo tipo di progetti, e inoltre la trasmissione delle conoscenze necessarie per la promozione delle collezioni digitali: questi gli argomenti che saranno affrontati nei vari incontri che sono indicati nel programma.

Le lezioni (24 febbraio – 3 e 10 marzo) vedranno l’intervento di docenti esperti, i quali guideranno gli aspiranti bibliotecari e operatori del settore, nella conoscenza della frontiera digitale che ormai appartiene al settore bibliotecario, e della fruizione multimediale di essa.

Il primo incontro, con la biblioteca san tommaso d'aquino alife-caiazzopresenza di Agnese Galeffi, docente di Teoria e tecnica della catalogazione e classificazione presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia, verterà sul tema Catalogazione e Digitale: problemi e soluzioni. Seguirà, il 3 marzo, l’appuntamento con Paul Gabriel Wetson, docente di Biblioteconomia all’Università degli Studi di Pavia, il quale illustrerà le Buone pratiche per la digitalizzazione: strategie e strumenti. Infine, il 10 marzo il dott. Luigi Arrigo, direttore della Biblioteca San Tommaso d’Aquino della Diocesi di Alife-Caiazzo, esporrà su Biblio_@pp: la fruizione multimediale della biblioteca digitalizzata.

Il digitale rappresenta la prospettiva attuale del sistema e dell’attività bibliotecari, una possibilità che apre nuovi orizzonti nella catalogazione e nella ricerca del libro, com’è accaduto per la Biblioteca San Tommaso, che dimostra sempre più la sua capacità di custodire il patrimonio del territorio, con uno sguardo sempre rivolto alle tecniche più all’avanguardia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.