Home Sport Matesannio. La Maratona Ciclistica del Matese torna il 18 giugno

Matesannio. La Maratona Ciclistica del Matese torna il 18 giugno

Sabato prossimo, presso il Ristorante "La Fortezza" di Gioia Sannitica, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'evento ciclistico

1151
0
CONDIVIDI

Sta per tornare un evento che unisce sport ed escursione paesaggistica e rappresenta un’attrattiva per molti: la Maratona del Matesannio. La gara di ciclismo gran fondo si terrà domenica 18 giugno, in un percorso duplice che si snoderà all’interno del Parco Regionale del Matese, e che quest’anno rappresenta la tappa nazionale del Campionato della Federazione Ciclistica Italiana e gara ufficiale del Circuito Scudetto Campano 2017, nonché prova master del Campionato Regionale FCI.

Sabato prossimo in una conferenza stampa, che si terrà nel locale “La Fortezza” di Gioia Sannitica, dalle 10.00, la competizione ciclistica verrà presentata ufficialmente. Nel corso della Conferenza prenderanno parola Claudio Melillo, Presidente dell’Associazione Asd Maratona del Matesannio, organizzatrice dell’evento; il sindaco di Gioia, Michelangelo Raccio e gli amministratori; i sindaci dei comuni che saranno attraversati dalla gara; il deputato Carlo Sarro; il Presidente della Provincia di Caserta facente funzioni, Silvio Lavornia; il Presidente della Comunità Montana del Matese Domenico Scuncio, il Presidente FCI Campania Giuseppe Cutolo, ed il direttivo di Scudetto Campano, oltre ad una rappresentanza degli sponsor e quanti stanno lavorando da mesi per la perfetta riuscita di un’iniziativa che, come amano ripetere gli organizzatori.

La manifestazione sportiva si conforma a una finalità di conoscenza e valorizzazione del territorio matesino, che sarà perlustrato mediante due percorsi, che si articola in 15 comuni e le province di Caserta e Benevento: il primo medio fondo di 84 km; il secondo gran fondo più lungo di 112,50 km, con la possibilità per i concorrenti di optare per l’uno o per l’altro, secondo le forze fisiche a disposizione, lungo la gran fondo una volta giunti all’altezza della diramazione di Cerreto Sannita scelta quale spartiacque tra il medio ed il lungo percorso, con entrambi che passeranno per Bocca della Selva, punto più alto della corsa ciclistica, ad un’altitudine di 1409 metri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here