Home Bacheca parrocchiale Festa della Madonna della Grazia, l’8 settembre il novenario nel Santuario alifano

Festa della Madonna della Grazia, l’8 settembre il novenario nel Santuario alifano

L'11 settembre la benedizione di un piccolo monumento dedicato al beato Carlo Acutis; il 18 settembre nel giorno della festa la Messa presieduta dal Vescovo di Alife-Caiazzo Mons. Giacomo Cirulli

749
0

Avrà inizio giovedì 8 settembre il novenario in onore della Madonna della Grazia nell’omonimo santuario in Alife, fuori le mura della città, lì dove in numerosi ricorrono per la pace del luogo depositando preghiere, suppliche, speranze.
Maria Madre della Speranza è il titolo del novenario scelto quest’anno dal rettore don Emilio Di Muccio per la festa che sarà celebrata il 18 settembre e che vedrà ogni sera durante la presenza di don Antonio Di Lorenzo, parroco della Concattedrale di Caiazzo e Direttore dell’Ufficio Liturgico diocesano a cui sono state affidate le omelie nelle Celebrazioni.
“Dopo il momento difficile vissuto a causa della pandemia e del profilarsi all’orizzonte di un “gioco con le armi” per dimostrare chi è il più forte” – ha scritto don Emilio Di Muccio nel messaggio ai fedeli in vista della festa, Maria resta la “Stella di Speranza” che indica la rotta verso Gesù.

 Il programma 
Il programma dall’8 al 16 settembre prevede ogni sera il Rosario e la Novena (17.45) e la Santa Messa (18.30). Il Comitato ha predisposto un servizio navetta per i fedeli che vogliono raggiungere il Santuario con partenza alle 17.00 da Totari e alle 17.30 da Piazza Municipio.
Domenica 11 settembre, al termine della Messa serale (19.30) ci sarà lo svelamento e la benedizione di un piccolo monumento dedicato al beato Carlo Acutis (clicca per approfondire). 
Sabato 17 settembre previsti il Rosario, le Confessioni (17.45) e la Santa Messa (18.30); a seguire dalle 21.00 lo spettacolo musicale Alifestival – Cola Drink Festivalbar.
Domenica 18 settembre sono previste Messe al mattino (7.00 – 8.45 – 10.00 – 11.30). la processione nel pomeriggio (15.30) e a seguire (18.30) la Santa Messa presieduta dal Vescovo S. E. Mons. Giacomo Cirulli. Al termine, spettacolo di fuochi pirotecnici; serata in musica e al termine ancora fuochi d’artificio (22.30).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.