Home Chiesa e Diocesi Alleanza con Dio e tra gli uomini, il Corpus Domini nella Cattedrale...

Alleanza con Dio e tra gli uomini, il Corpus Domini nella Cattedrale di Alife con il Vescovo Giacomo Cirulli

La principale strada cittadina addobbata con tappeti floreale per il passaggio dell'Eucaristia: è la via preparata dagli uomini perché Cristo visiti le case e i luoghi di vita

596
0

Appuntamento per le tre Chiese dell’alto casertano guidate dal vescovo Mons. Giacomo Cirulli nella cattedrale di Alife giovedì 30 maggio per la celebrazione interdiocesana del Corpus Domini; sacerdoti, diaconi, religiosi e una rappresentanza di fedeli dalle Diocesi di Teano-Calvi, di Alife-Caiazzo e di Sessa Aurunca. In chiesa il sindaco di Alife Fernando De Felice, l’Arma dei Carabinieri e il Consiglio diocesano di Azione Cattolica della diocesi alifano-caiatina.

Momento che celebra l’alleanza tra Dio e il suo popolo: dalla storia del popolo di Israele alla vicenda terrena di Cristo – ha sottolineato il Vescovo durante l’omelia – Dio rinnova continuamente il suo patto di amore beneficando e benedicendo l’umanità, fino al dono di suo Figlio. “Un dono destinato a restare in eterno attraverso i segni del pane e del vino che consacriamo e sono per noi certezza della presenza di Cristo nelle nostre vite; viene per noi perché ci uniformiamo a lui e al suo stile che è dono di sé e amore per il prossimo”. Ha poi aggiunto “il tradimento dell’uomo, come avvenne prima della sua morte in Croce, non ferma questo amore che noi, come i discepoli siamo chiamati a testimoniare nel mondo”. Testimonianza che per i credenti è prima di tutto unità a Cristo e unità tra i fratelli, manifestazione pubblica di fede che si esprime in quel camminare con Cristo, dietro a Cristo tra le strade di città e paesi, in processione, nella solennità del Corpus Domini.

Non una processione come le altre in questa giornata, ma la conferma di una volontà: essere tutt’uno, da fratelli, intorno alla sua proposta di vita che è invito alla comunione, all’essere una cosa sola. Lo testimoniano anche le forme esteriori con cui questa solennità viene celebrata: ieri gli alifani, su iniziativa della Parrocchia Maria SS. Assunta hanno addobbato il percorso del Corpus Domini, dalla Cattedrale alla Chiesa di Santa Caterina con un unico tappeto di fiori: è stato il lavoro comunitario di molti, le idee condivise, la messa in opera di creatività unita allo sforzo e alla disponibilità di dare a Cristo una strada da percorrere: simboli e segni che accompagnano la testimonianza pubblica della fede che in questa ricorrenza esprime ogni comunità anche con segni fortemente identitari che talvolta ricorrono nelle decorazioni floreali; nel caso della celebrazione interdiocesano, l’Eucarestia portata dal Vescovo Giacomo ha percorso i primi metri di cammino su tappeti di fiori e foglie raffiguranti gli stemmi delle Diocesi di Teano-Calvi, di Alife-Caiazzo e di Sessa Aurunca.

La sosta del SS. Sacramento sul sagrato della Chiesa di Santa Caterina è stata accompagnata dalla preghiera e da un breve momento di adorazione eucaristica; al termine il Vescovo ha impartito la benedizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.