Home Attualità Alife. L'ultimo saluto a Dante Cappello in Cattedrale

Alife. L'ultimo saluto a Dante Cappello in Cattedrale

823
0

Il mondo politico dell’Alto Casertano stretto nel dolore attorno alla famiglia Cappello, in una Cattedrale di Alife gremita di tanti cittadini. L’ultimo saluto della città e di tutto un territorio al “patriarca” Dante, venuto mancare ieri mattina. Il rito funebre di questo pomeriggio, celebrato dal vescovo S.E. Mons. Valentino Di Cerbo, ha raccolto, com’era prevedibile, sindaci, amministratori locali, ma anche diversi dirigenti provinciali, comprese le autorità militari del comprensorio.
Non ho conosciuto Dante Cappello, ma mi sono sentito vicino a lui, al suo dolore di padre, quando è morta sua figlia Brunella pochi giorni fa”, queste alcune delle parole del Vescovo durante l’omelia. “Ho sempre sentito parlare di lui come di un punto di riferimento, una garanzia di cose belle. A Dante il territorio deve molto, alla sua intelligenza, alla sua passione per la politica intesa in senso alto. Ora è qui dinanzi a Dio, che lo accoglierà nella sua casa così come lui in vita ha saputo risolvere i problemi della sua terra e della gente. Tutti noi, soprattutto oggi, abbiamo bisogno di compiere gesti d’amore, come ci dice la parola del Signore”.
Alla sentita celebrazione hanno partecipato, con un proprio commosso pensiero, i nipoti di Dante: “Nonno, ci hai insegnato la forza e la determinazione, sei stato punto di riferimento a cui ispirare la nostra vita“.funerale dante cappello alife chiesa
Ma assieme a loro anche il sindaco di Alife, e nipote, Giuseppe Avecone, a portare l’ultimo saluto della città; il presidente della Comunità Montana del Matese Fabrizio Pepe, che ha ricordato del suo primo incontro, a 17 anni, con l’Onorevole (“Aveva una parola per tutti, la sua era la politica dell’ascolto, della presenza quotidiana sul territorio“); e il presidente del Coni Michele De Simone, il quale ha pure letto il messaggio inviato dal presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi, impossibilitato ad essere presente. Il fragoroso applauso all’uscita della salma dalla Cattedrale è stato l’ultimo omaggio ad una figura politica che in 50 anni è riuscita a dare tanto alla sua terra, e la folta presenza alle esequie ne è stata la testimonianza.

Leggi gli articoli di ieri

– “Un politico illuminato”. Le parole del presidente Fabrizio Pepe
– Ascesa di un leader rimasto sempre sulla breccia
– Dalla Provincia di Caserta il cordoglio del presidente Zinzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.