Home Chiesa e Diocesi La Diocesi di Alife-Caiazzo in aiuto alle popolazioni alluvionate del Sannio e...

La Diocesi di Alife-Caiazzo in aiuto alle popolazioni alluvionate del Sannio e del Beneventano

797
0

alife-caiazzo-sannio-siamo-con-voi_web

Il Vescovo  Mons. Valentino Di Cerbo e il Direttore della Caritas don Arnaldo Ricciuto hanno fatto partire la macchina dei soccorsi.

La Redazione – “La Provincia di Benevento è in ginocchio, la fraternità può farla rialzare. La gara di solidarietà scattata in queste ore è davvero straordinaria, ora bisogna pensare al ritorno alla vita normale delle famiglie alluvionate”.
Così il Direttore della Caritas diocesana, don Arnaldo Ricciuto dopo un confronto con il Vescovo Mons. Valentino Di Cerbo, invita i sacerdoti della Diocesi di Alife-Caiazzo ad assumere impegni concreti di carità per le popolazioni alluvionate del Sannio e del Beneventano.
Sentiti i pareri dei direttori delle Caritas delle zone colpite dalla recente tragedia, si è convenuti sulla decisione di non raccogliere beni materiali, che già sono in abbondanza, piuttosto costituire un fondo economico che servirà per  sostenere le future esigenze.
In una lettera invita a tutti i sacerdoti, il direttore Ricciuto, spiega le modalità concrete di sostegno: il 1 novembre, la Caritas diocesana di Alife-Caiazzo istituisce una giornata di raccolta per questa esigenza, che tuttavia potranno proseguire nei prossimi mesi.
Accanto a questo tipo di aiuto la Caritas invita le Parrocchie della Diocesi a sostenere la Cantina Sociale di Solopaca che ha già messo in vendita 80 mila bottiglie di vino coperte di fango, ma integre e quindi utilizzabili. Tutte le persone interessate ad acquistare online le bottiglie della campagna #SporcheMaBuone hanno la possibilità di inviare una mail di richiesta di prenotazione all’indirizzo info@cantinasolopaca.it.
La vicinanza geografica, le comuni radici storiche con i fratelli del Sannio, le amicizie, i legami familiari che uniscono i comuni del medio Volturno alle terre colpite dall’alluvione, accendono di più forti sentimenti e acuiscono il dolore per le famiglie rimaste senza nulla.
Siamo quelli della porta accanto, quindi i primi a doverci essere, a non far mancare il sostegno, l’aiuto concreto, la presenza.
Ecco lo spirito che muove in queste ore le iniziative della Diocesi di Alife-Caiazzo, soprattutto in vista dei mesi futuri, del prossimo Natale (meno felice dei precedenti per queste persone) quando probabilmente i riflettori di giornali e tv si saranno spenti, e l’attenzione comune sarà rivolta altrove. Conterà la continuità degli aiuti per garantire un ritorno effettivo alla normalità della vita; non basteranno 3 o 4 mesi a recuperato uno stato economico, psicologico e sociale ormai graffiato e ferito.
Sarà, oltre al contributo della Diocesi di Alife-Caiazzo e di tante altre realtà che si stanno muovendo in tal senso, la tenacia dei sanniti – coraggiosi e storicamente audaci – a garantire a questa terra un nuovo futuro.
Per tutti gli aggiornamenti sullo stato delle cose è possibile consultare la pagina ufficiale della Caritas di Benevento Gabriella Giorgione per Caritas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.