Home Arte e Cultura Nasce un nuovo blog di storia dell’arte. Ne parliamo con l’ideatrice Francesca...

Nasce un nuovo blog di storia dell’arte. Ne parliamo con l’ideatrice Francesca Costantino

961
0

La Redazione – E’ un blog nato da poco, spinto dalla passione per l’arte e la sua storia, per la sua bellezza e ricchezza. “Operadarteblog” ha l’intento di raccontare l’arte in maniera originale e leggera, e all’ideatrice Francesca Costantino, nostra carissima amica nonché conterranea già Presidente dell’Associazione Am’Arte – che oggi per motivi di lavoro fa la spola tra Firenze e Alvignano – abbiamo rivolto qualche domanda a proposito del suo interessante progetto di blogging.

francesca costantino2Da cosa scaturisce l’idea di creare un blog di storia dell’arte?
Il Blog era già chiaramente “attivo” dentro di me, nel senso che non ho fatto altro che mettere per iscritto ciò che avrei raccontato a voce. È  la mia personale visione di una storia dell’arte più leggera, agevole e “digeribile”, descritta in poche righe, con un po’ d’ironia, e soprattutto è una visione fatta di dettagli.

Quanto sono importanti i dettagli nella fruizione di un’opera d’arte?
Le opere d’arte devono essere osservate nei particolari per poter essere amate, perché sono proprio i particolari, unici ed irripetibili, a renderle così ricche di significato.

A quale obiettivo risponde l’apertura di questo nuovo spazio?
L’obiettivo è il desiderio di continuare conoscere. La storia dell’arte è per tanti, nonostante si finga che non sia così, condannata ad essere ornamento di cui si può fare a meno per sopravvivere. È qui il problema: di arte non si sopravvive ma si vive! Di arte si può vivere, perché basta non essere ciechi di fronte alla bellezza che oltretutto filtra, gocciola, tanto abbonda. Ma si è ciechi perché non si conosce abbastanza, e qui ritorniamo all’obiettivo che mi sono prefissa.

Come si conciliano il linguaggio del web col messaggio che l’opera d’arte racchiude?
Naturalmente il blog è un punto di partenza. Il veicolo doveva essere quello del web che ora permette di raggiungere più persone contemporaneamente.  Per farlo spinge ad utilizzare un linguaggio più seducente, uno stile che sia accattivante ed interattivo, insomma una bellissima opportunità per me che credo fortemente nel potere “riformante” delle parole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.