Home Territorio Piedimonte Matese. Il cimitero apre i nuovi spazi ai cittadini

Piedimonte Matese. Il cimitero apre i nuovi spazi ai cittadini

813
0

Col sindaco anche il vescovo Valentino, che ha benedetto e pregato durante le cerimonia di consegna alla città di questi lavori attesi

Il primo lotto degli interventi di ampliamento del cimitero comunale è stato consegnato alla città. Oggi si è tenuta la cerimonia nella nuova area realizzata per estendere il camposanto sulla base delle crescenti esigenze della popolazione, dove molti cittadini si sono riuniti con gli amministratori comunali, i parroci di Piedimonte Matese, e il Vescovo Valentino Di Cerbo, per aprire finalmente i cancelli sulla nuova ala cimiteriale che in paese è stata attesa a lungo, visto il dilatarsi dei tempi necessari a portare l’opera a compimento.
Un lavoro lungo e disseminato di difficoltà, come ha ricordato il sindaco Vincenzo Cappello, che ha spiegato come “le lungaggini burocratiche abbiano fatto allungare di molto l’iter realizzativo di questo progetto di ampliamento del cimitero, voluto per rispondere alle richieste della cittadinanza. E’ con soddisfazione che lo consegniamo alla città, e ringrazio per l’impegno profuso il consigliere Iannotta, attento agli sviluppi del cantiere sin dall’inizio del suo mandato”. Accanto al primo cittadino infatti, c’era il consigliere delegato alla sua gestione,  Marcellino Iannotta: “E’ una giornata importante che tanti nostri concittadini attendevano, soprattutto quelli che hanno fatto sacrifici per sostenere le spese per una sistemazione adeguata dei propri familiari o per sé. Attualmente vengono consegnati circa 900 loculi e 30 cappelle, mentre altri 600 saranno consegnati con il secondo lotto di lavori. Esprimo un ringraziamento, oltre che per i presenti, ai tecnici comunali e a Carlo Cincotti, amministratore giudiziario della ditta che ha in carico la gestione del cimitero.
Al taglio simbolico del nastro tricolore, è succeduto un momento di preghiera e di benedizione, animato dai tre parroci di Piedimonte – don Emilio Salvatore, don Andrea De Vico e don Emilio Meola – e da Mons. Di Cerbo. Il Pastore della Diocesi ha ricordato, oltre all’importanza rivestita dal luogo per il riposo del defunti, il particolare giorno in cui si è svolta la cerimonia, quello in cui si celebra San Giuseppe che nella tradizione cristiana è anche conosciuto come protettore della buona morte.
I cittadini che hanno preso parte all’apertura della nuova ala hanno potuto dare uno sguardo ai lavori già completati nell’ambito del progetto complessivo, e come anticipato dal sindaco Cappello e dal consigliere Iannotta, già da dopo Pasqua i cittadini interessati potranno perfezionare le procedure avviate per il trasferimento dei defunti nei nuovi spazi disponibili, rivolgendosi agli uffici preposti del cimitero. Il progetto complessivo prevede, oltre ai nuovi loculi e cappelle, una nuova sala mortuaria, nuovi locali per il custode, servizi igienici e altre migliorie, affinché il cimitero comunale sia più funzionale e moderno e capace di offrire servizi di maggiore qualità.

(comunicato stampa)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.