Home I Sentieri della Parola La Trinità e il terzo millennio

La Trinità e il terzo millennio

429
0

A cura di don Andrea De Vico
Anno C – Santissima Trinità (Gv 16, 12-15) 

“Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità!”

Tentiamo di accostare il mistero della Trinità alla grandiosa metafora di “Solaris”, celebre film di Tarkovskij, un film del genere “fantascienza” (o “fantacoscienza”) difficile da commentare, prodotto in Russia in un’epoca in cui vigeva il comandamento di non … nominare il nome di Dio. Tarkovskij si pone delle domande sul senso della vita e dell’amore, interrogando la religione, ma a motivo del regime corrente non può farlo esplicitamente, per cui si serve di una metafora. Una missione scientifica è partita alla scoperta del pianeta-oceano “Solaris”. Scopo del viaggio è di chiarire i limiti della conoscenza umana, un problema antico quanto il peccato originale. Il protagonista, man mano che si avvicina al pianeta, si rende conto di non essere in grado neanche di guardare in sé stesso: “perché esplorare l’universo quando non conosciamo neanche noi stessi?”

Intanto l’oceano di Solaris, una sorta di magma pensante capace di materializzare i desideri umani (un “Grande Inconscio?” una “Entità Divina?”), comincia a stabilire delle “connessioni” con l’inconscio del cosmonauta. Ed è qui che Solaris rivela la sua realtà: questo misterioso pianeta-oceano produce amore o genera mostri a partire da quello che trova nel cuore umano. Solaris ha il potere di ridare una nuova esistenza, purificandola e materializzandola, alle persone e ai ricordi più cari. Il protagonista, infatti, vi ritrova tutte le cose e le persone amate, la moglie morta dieci anni prima, la madre giovane, il padre, la casa della sua fanciullezza … Un posto del genere, sembra suggerire l’autore, esiste. L’uomo è una fragile creatura che non ha i mezzi per cercare lì dove si può accedere coi soli mezzi della fede, ma questo posto esiste. Il film termina esattamente come era iniziato. Il protagonista ha ritrovato i luoghi e gli affetti più cari, non sulla terra, ma nell’oceano di Solaris (Dio), dove si consuma il “dolce naufragio” della coscienza umana.

 Nel corso di una marea, l’acqua invade una spiaggia, e nel suo riflusso attira a sé tutto ciò che trova libero. Ci sono delle barchette legate con un palo. Il mare le circonda e le accarezza, per un po’ esse si lasciano cullare e sollevare ma, legate come sono, non seguono il moto, restano ancorate. Solo qualche barchetta, trovata libera, prende tranquillamente il largo. Così, ci sono delle persone egoisticamente “attaccate” ad altre persone e alle cose della terra. Solo per un momento si lasciano sollevare, ma quando si tratta di prendere la decisione di andare, non se la sentono e restano a terra. Altre persone, “distaccate” dagli affetti disordinati e dal mondo, affrontano volentieri questo viaggio dell’anima. Dio è come un mare che si alza e si abbassa. Estende ininterrottamente il suo flusso verso tutti quelli che lo amano e, nel suo riflusso, attira coloro che ne sono stati colmati.

Papa Giovanni Paolo II, nella “Novo millennio ineunte” “All’alba del terzo millennio”, esprime un grido molto significativo: “Duc in altum!” “Prendi il largo”, le stesse parole che Gesù disse ai pescatori quando li invitò a ripetere le operazioni di pesca, dopo una notte di vano lavoro!

Di sicuro, questo vale anche per noi. La parola d’ordine, in questa prima frazione di secolo, è sempre la stessa: “Duc in altum” “Prosegui il tuo cammino!” “Non avere paura di avventurarti nel mare aperto della santità!” “non temere di smarrirti nell’oceano di Dio!” In questa divina vastità ritroveremo la soddisfazione di ogni affetto e desiderio, perché Dio non è un solitario, non è un’entità indifferenziata, ma è Verità, Relazione, Amore, Comunicazione!

 “O Trinità beata, oceano di pace, la Chiesa a te consacra la sua lode perenne” (da inno liturgico)

         

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.