Home Chiesa e Diocesi Piedimonte Matese. Domenica la “Promessa” dei Salesiani Cooperatori

Piedimonte Matese. Domenica la “Promessa” dei Salesiani Cooperatori

1669
0

Sono 5 gli animatori dell’Oratorio che si impegneranno ufficialmente per il Vangelo e i giovani della città

Un gruppo di giovani in occasione dell'ultima festa di San Giovanni Bosco a Piedimonte Matese
Un gruppo di giovani in occasione dell’ultima festa di San Giovanni Bosco a Piedimonte Matese

La Redazione – Festa di comunità per la famiglia salesiana presente a Piedimonte Matese.
Domenica mattina, durante la messa delle 10.00, cinque animatori dell’oratorio faranno la loro Promessa di Salesiani Cooperatori.
Si tratta di Luigi Santoro, Annamaria Clelia Riccio, Candida Antonella Riselli, Pasqualina Maria Pina Rozzi, Anna Morana che hanno seguito un percorso di formazione e un periodo di discernimento accompagnati dalla responsabile per la formazione Rosa De Marco e dal formatore Vincenzo Filetti.
Il loro nuovo impegno nella Chiesa li “convoca”, da adulti, ad essere responsabili e custodi della regola di vita salesiana, che sulle parole e la testimonianza evangelica di San Giovanni Bosco, chiede impegno e dedizione al mondo giovanile, “luogo” di risorse umane e di scelte di vita importanti. La Promessa è un passaggio ufficiale, solenne, coraggioso che coinvolge – chi la fa – in uno stile di vita cristiano quotidiano.
Ininterrottamente da anni, la presenza salesiana a Piedimonte Matese, oggi concretizzata solo grazie all’impegno e alla testimonianza di laici, offre a numerosi giovani della città l’esperienza di gruppo, di fraternità, di carità e impegno sociale; per questo motivo, la festa di domenica si carica di significato e di speranze per il futuro e lascia intravvedere una famiglia destinata a crescere.
Presiederà la celebrazione don Riccardo Cariddi, sdb, sacerdote di riferimento per la famiglia salesiana in Campania; con lui il francescano padre Antonio Ridolfi, che da anni è responsabile del,a cappella San Giovanni Bosco, e l’altro salesiano don Antonio De Cicco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.