Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Va in scena “L’Aurora” omaggio alla Madonna e ad Aurora...

Piedimonte Matese. Va in scena “L’Aurora” omaggio alla Madonna e ad Aurora Sanseverino

968
0

Sabato 17 settembre lo spettacolo che celebra la città di Piedimonte, all’inizio di un nuovo tempo, dopo la riapertura delle chiese danneggiate dal sisma del 2013

piedimonte-matese-aurora-sanseverinoLa Redazione | La festa per la riapertura della chiesa di Ave Gratia Plena, dopo i lavori post sisma, si arricchisce di un nuovo momento di fede e cultura con la messa in scena de L’Aurora, lo spettacolo di danza e parola ideato e diretto da Michele Casella.
La proposta del parroco don Emilio Salvatore, di rendere omaggio in questa felice circostanza a due donne simbolo della città, ha trovato disponibilità e accoglienza nell’attore e regista casertano, ideatore di numerosi pezzi teatrali, collaboratore di numerosi eventi televisivi su arte e fede.
Maria Immacolata, venerata nel Santuario di Ave Gratia Plena, e presente nella vita della comunità matesina da centinaia di anni, porto sicuro per le famiglie, per gli anziani, per i giovani; e Aurora Sanseverino, signora di Piedimonte Matese, poetessa e donna di cultura nella Napoli di fine ‘600, autrice di opere teatrali e numerose opere di carità. L’una aurora di umanità, inizio di una vita nuova secondo Dio; l’altra, aurora e inizio di arte e cultura, fermento geniale e passione per il territorio.
Lo spettacolo, in scena presso il Santuario di Ave Gratia Plena, sabato 17 settembre, alle 20.30 è presentato dal suo autore con queste parole, sintesi perfetta di due eventi, due immagini immortali: 
La Fede e la Storia.
L’amore per l’uomo e l’amore per l’arte.
Due donne lontane nel tempo e nell’animo: Maria e Aurora.
Ma un’unica terra e un’unica certezza: tutti siamo figli della nostra Fede e della nostra Storia.
La danza, alternerà i dialoghi tra Maria e Aurora, in un crescendo di poesia, di ricerca della verità, di canto a Dio ed esaltazione dell’uomo artista che la stessa poetessa celebra, in questa circostanza, estasiata nella visione dell’Annunciazione di Balducci, o dell’Ultima cena conservate in chiesa.
Scena dinamica, in continuo movimento: azione rivelatrice di un disegno divino che opera nell’uomo attraverso i secoli.
Lo spettacolo promosso dalla Parrocchia della Confraternita Santa Maria della Libera, è un omaggio all’intera città di Piedimonte Matese, ai suoi figli, riconduce tutti a casa, dove la fede torna ad avere un sapore forte, necessario alla vita di tutti i giorni, alla quotidianità di questo popolo, fedele a Maria, riconoscente ad Aurora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.