Home Sport Alife in carrozzina. Successo di squadra per la maratona organizzata da ANIEP

Alife in carrozzina. Successo di squadra per la maratona organizzata da ANIEP

18 sedie a rotelle (gara Special) e 30 concorrenti nella gara Regular (a piedi). Un bel pubblico a sostegno di una grande organizzazione, insieme a graditi ospiti

1851
0

Correre in sedia a rotelle? Si può fare!
Alife è stata teatro di una delle manifestazioni più originali mai realizzate, grazie all’impegno di tantissimi volontari, pronti a mettersi in gioco per una competizione a scopo di promozione sociale e benefico. Ieri, 5 Agosto 2018, intorno alla cinta muraria romana di Alife, si è tenuta la maratona “Alife in carrozzina” organizzata dall’Associazione ANIEP, su un percorso di circa 2 km, tra 18 concorrenti in sedia a rotelle guidati da accompagnatori. Oltre alla categoria Special, che appunto comprendeva coloro che gareggiavano in carrozzina, si è corso anche in quella Regular affrontando il percorso per 3 volte a piedi, per un totale di circa 6 km, in cui hanno gareggiato 30 persone.

La sezione di Alife dell’ANIEP, l’associazione di promozione e difesa dei diritti delle persone disabili, presente sul territorio da poco più di un anno, “è riuscita nel grande sogno di realizzare questa maratona”, come ha spiegato il presidente Pietro Natale al termine del giro in carrozzina.
A vincere la categoria Special è stato Antonio Parolise, un atleta che nella vita svolge la disciplina di Panca Piana, che ha gareggiato senza accompagnatore, completando il percorso da solo in 10 minuti esatti. Al secondo e al terzo posto si sono classificati rispettivamente Antonio Nizzardi e Giuseppe Raucci, di poco staccati l’uno dall’altro, ma ugualmente felici di aver raggiunto il posto sul podio. Una menzione speciale la merita sicuramente la prima concorrente iscritta alla maratona Special, la signora Maria Luigia, classe 1918 (100 anni e 5 mesi), che si è classificata al nono posto, dando un esempio meraviglioso a giovani e adulti di come si affronta la vita, sempre col sorriso e con la voglia di mettersi in gioco.
A vincere su tutto, l’entusiasmo dei partecipanti e la grinta dei loro accompagnatori che hanno donato ai corridori in carrozzina la marcia giusta per camminare oltre i soliti limiti, tra gli applausi, i sorrisi. E a vincere anche la certezza che insieme si può fare molto e andare lontano, spingendo in avanti il sogno di una vita che sa anche superare gli ostacoli.

La categoria Regular è stata vinta invece da Lucio Del Giudice, che è riuscito nell’impresa di completare i 3 giri previsti in 23 minuti e 40 secondi, poco meno di 8 minuti a giro, staccando Domenico Italiano di una manciata di secondi. Al termine delle due competizioni si è tenuta una premiazione che ha coinvolto davvero tutti i partecipanti alla manifestazione, compresi volontari e autorità.

Erano presenti, oltre a Maria Luisa Di Tommaso (Sindaco di Alife), Annamaria Morelli, Caterina Ginocchio e Luigi Zazzarino (Assessori e consigliere di maggioranza) che hanno anche partecipato alla corsa, una cospicua squadra di volontari della Protezione Civile, venuti dai comuni di Baia e Latina, Pietramelara e San Potito Sannitico per dare man forte allo staff, specialmente per la chiusura delle auto al transito lungo il percorso, e l’Assessore Regionale Sonia Palmeri, soddisfatta e meravigliata dalla portata dell’evento.
Presente come sempre anche il presidente regionale e provinciale dell’ANIEP di Casagiove, Adele Di Gioia, commossa e appagata anche dalla presenza alla premiazione del vescovo, Mons. Valentino Di Cerbo.
Tra gli ospiti, anche due campionesse di Body Building internazionali, Alessandra Da Silva e Maria Giulia Catillo.

Al termine della premiazione, il presidente Natale ha ringraziato tutta la squadra di ANIEP, un insieme di volontari instancabili che ha lavorato per giorni permettendo la perfetta riuscita dell’intera manifestazione, con la speranza che possa ripetersi al più presto.

Seguiranno le interviste e gli approfondimenti.

  • Altro su questi argomenti :
  • Alife

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here