Home Chiesa e Diocesi Monastero di Ruviano. Un progetto editoriale da “condividere” e “donare”

Monastero di Ruviano. Un progetto editoriale da “condividere” e “donare”

Si consolida il progetto editoriale nato per iniziativa della Comunità Monastica di Ruviano d'intesa con alcuni laici. Oltre agli incontri-dibattiti ospitati dalla struttura, il progetto include la redazione, soggettazione, catalogazione e pubblicazione di libri

1486
0

A cura della Comunità Monastica di Ruviano
Da circa un anno, il Monastero di Ruviano ha avviato un piccolo progetto editoriale. L’idea è nata insieme ad alcuni laici che frequentano stabilmente il monastero; come famiglie, essi fanno già da tempo dei cammini personali e comunitari alla ricerca di Dio e di come testimoniarlo agli uomini di questo tempo. Essi si sono spesso interrogati insieme ai monaci sulla possibilità di fare dei lavori comuni, sperimentando il vivere la fraternità anche nell’ordinario di una esperienza lavorativa, un’esperienza che potesse fare del bene all’uomo e all’umano. (Clicca qui per approfondire)

In particolare, dopo l’avvio del progetto di Anthropologos-Dialoghi in Monastero, che sono una serie di incontri e tavole rotonde che da due anni il Monastero propone regolarmente sul tema dell'”umanizzazione”, i monaci insieme a questi fratelli si sono chiesti come fare per non disperdere la ricchezza che veniva fuori da occasioni del genere e come renderla fruibile ad altri; essi hanno compreso che la diffusione delle belle e profonde riflessioni che stavano venendo fuori da questi momenti, occasioni in cui ci si interroga su come l’uomo può realizzare pienamente la propria natura di uomo, poteva essere esso stesso un contributo all’umanizzazione.

In seguito, però, dall’iniziale idea di pubblicare solo gli atti di questi incontri, si è osato immaginare un progetto editoriale più corposo, in cui poter pubblicare dei libri con un vero e proprio ISBN, la carta d’identità del libro, senza il quale esso in realtà non esiste; un progetto che riguardasse anche libri con altri temi oltre a quelli degli incontri, libri che non avessero nessun costo di copertina, ma che potessero circolare in un’ottica di condivisione, gratuità e dono. In questo modo si è avviato il progetto, che ha come primo obbiettivo lo sperimentarsi da parte del piccolo gruppo di lavoro che si è costituito e l’approfondimento delle conoscenze personali secondo le inclinazioni; perciò, qualcuno sta studiando l’aspetto grafico, altri si stanno migliorando rispetto all’ambito correzione bozze, impaginazione e simili; altri si occupano dell’aspetto economico di incarico alle tipografia e di acquisto degli ISBN; altri fanno da “comitato scientifico”, decidendo cosa, come e quando pubblicare.

I due ambiti tematici su cui ci si sta sperimentando sono, dunque, i libretti relativi ad Anthropologos e la pubblicazione delle omelie di padre Fabrizio Cristarella Orestano, priore del monastero di Ruviano.  In circa un anno e mezzo sono stati pubblicati i primi due libretti della serie Anthropologos: il primo, Movimenti ecclesiali e umanizzazione dell’uomo, riporta l’incontro del 27 Maggio 2018 con Azione cattolica, Neocatecumenali, Associazione l’Esperienza, Focolarini e Comunione e liberazione, sul tema del contributo di ciascuno di questi movimenti all’umanizzazione dell’uomo; il secondo, Comunità di famiglie e trasmissione della fede, presenta gli interventi di Nomadelfia, Mondo di comunità e famiglia e Famiglie missionarie a km0 sul tema della trasmissione della fede. È in corso il lavoro di pubblicazione relativo all’incontro del 19 Ottobre con Sabino Chialà, monaco di Bose, sul tema del contributo del monachesimo all’umanizzazione.

Per quanto riguarda le omelie, invece, sono state già pubblicate due raccolte e la terza uscirà la prossima settimana: Celebriamo il tempo di Avvento e di Natale e Celebriamo il tempo Ordinario; Celebriamo il tempo di Quaresima sarà a breve disponibile. È possibile trovare tali libretti presso il monastero di Ruviano o richiederli mandando una mail all’indirizzo: editoria.mr@libero.it. Ci si augura che il progetto continui, grazie all’approfondimento professionale del gruppo di lavoro che si è costituito ma anche grazie a chi vorrà credere in questo progetto contribuendo alle risorse ad esso necessarie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.