Home Arte e Cultura Associazione Cuore Sannita. Domenica 21 febbraio si sale sul monte Alifano

Associazione Cuore Sannita. Domenica 21 febbraio si sale sul monte Alifano

Con partenza alle 8.30 da Piedimonte Matese - Largo Brecce - e arrivo a Caiazzo previsto per le 8.30

2025
0
Veduta panoramica del monte Alifano. Foto dal Web

Non si ferma l’attività escursionistica promossa dall’Associazione culturale Cuore Sannita volta alla conoscenza delle tracce di civiltà italiche di cui è ricco l’entroterra matesino e alifano. Nel calendario stilato dall’Associazione guidata da Giuseppe D’Abbraccio un nuovo appuntamento riservato ad appassionati e esperti, ma anche a chi ha intenzione di trascorrere una giornata a contatto con residui evocativi di culture che hanno fortemente impregnato una porzione consistente dell’Alto Casertano.

L’attenzione di Cuore Sannita questa volta si sposta sul monte Alifano, 265 metri di altitudine, compreso nel territorio comunale di Caiazzo, che sarà teatro della prossima passeggiata escursionistica prevista per domenica 21 febbraio. Accompagnati da guide abili conoscitrici dei luoghi, i partecipanti attraverseranno un’ampia zona che si estende tra le attuali località di Caiazzo, Piana di Monte Verna e Squille, frazione di Castel Campagnano.

Ogni iniziativa di cui si l’Associazione matesina si fa promotrice dà modo di aggiungere una tessera in più al grande mosaico costituito dalla storia e dall’archeologia relative all’area sannitica e matesina. Ogni iniziativa rappresenta un contributo di peso, che permette di spostare il baricentro dell’interesse da parte di studiosi, docenti e estimatori verso le nostre terre.

 PROGRAMMA DELL’ESCURSIONE
Partenza da Largo Brecce di Piedimonte Matese alle ore 8.00 alla volta di Caiazzo con arrivo intorno alle ore 8.30. Dopo un inquadramento storico – geografico, inizio della ascesa al Monte Alifano (265 m. s.l.m.), alla conoscenza del territorio della Caiatia Sannitica, in particolare delle strutture megalitiche che affacciano sul fiume Volturno e sulla pianura ove passava la strada per Telesia.

Il sito si trova in posizione strategica tra le attuali Caiazzo, Piana di Monte Verna e Squille di Castel Campagnano cui rimanda il richiamo della Scyllae o Syllas della Tabula Peutingeriana. Secondo alcuni si tratterebbe della Austicula distrutta da Fabio Massimo nel 215 a.C.

La cinta fortificata, di forma irregolarmente trapezoidale, è costituita da blocchi megalitici che racchiudono un’area di oltre 3 ettari con cisterne ed almeno due aperture nella cortina muraria la cui altezza raggiunge in alcuni punti i 3,5 metri. A valle l’area presenta resti di fattorie e ville di età romana unitamente a strutture legate alla ricchezza d’acqua, come la cisterna di età imperiale in località formale tra Caiazzo e la contrada S. Giovanni e Paolo, grande m. 23 x 4 ed articolata in sette campate. Termine escursione alle ore 13.00 circa.

Per info, disposizioni anti Covid e la relativa scheda consultare il sito www.cuoresannita.it e/o la pagina facebook dell’Associazione o contatta il numero 380 1874732.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.