Home Territorio Autismo, silenzi e parole: impariamo a comunicare con loro. L’iniziativa della Fondazione...

Autismo, silenzi e parole: impariamo a comunicare con loro. L’iniziativa della Fondazione Giovanni Campaniello

"Autismo e disabilità: comunicare per costruire a scuola" è il titolo del Corso che si terrà il 24 gennaio presso la Fondazione Giovanni Campaniello Onlus in Baia e Latina

1016
0
Foto pagina Facebook Fondazione Giovanni Campaniello

La Fondazione Giovanni Campaniello onlus in Baia e Latina ospiterà il Corso “Autismo e disabilità: comunicare per costruire a scuola”. Il Corso di formazione, accreditato presso il MIUR e rivolto agli insegnanti di ordine e grado, sarà articolato in diversi interventi di specialisti delle tematiche relative all’integrazione del disabile: dalle più recenti tecnologie per garantire la partecipazione, l’autonomia e l’apprendimento, alle modalità di comunicazione riservate alle persone sordocieche e pluriminorate, ai supporti informatici da utilizzare al servizio delle persone colpite da disabilità sensoriali. Il Corso, in programma per il 24 gennaio, avrà inizio alle 14.00 e a dare il proprio contributo saranno la dott.ssa Paola Farina Di Franco, psicologa specialista in psicoterapia cognitivo-comportamentale; la dott.ssa Giovanna Coppola, assistente sociale della Fondazione Lega del Filo d’Oro; Giovanni Moio, membro del Comitato Persone Sordocieche; il dott. Stefano Ciccarelli.

La Fondazione Giovanni Campaniello Onlus nasce per volontà dell’imprenditore che a essa ha prestato il nome, il quale a un certo punto della sua vita decide di mettere le sue competenze e le sue risorse al servizio di qualcosa di grande e significativo, riuscendoci grazie a progetti e iniziative a favore di persone che soffrono di Disturbi dello Spettro Autistico. La struttura semi residenziale in cui ha sede la Fondazione a Baia e Latina ospita ragazzi autistici che vengono impegnati in attività di vario tipo (cura dell’orto, laboratori di cucina, laboratori di pittura, ecc.), dunque un contesto sereno fatto di socialità e confronto. Fondamentale, inoltre, è il legame stabilito in questi anni e coltivato ogni giorno con le altre realtà presenti sul territorio – parrocchia, associazioni, enti, istituzioni – che rende possibile un dialogo efficace e indispensabile per far maturare sempre più la sensibilità e l’attenzione verso l’Autismo, una delle problematiche più diffuse e discusse nell’attuale società.

Di seguito alcune foto che ritraggono gli ospiti della struttura mentre si cimentano in attività laboratoriali e partecipano alla messa celebrata dal parroco di Baia e Latina don Jean Libog presso la struttura (Foto pagina Facebook della Fondazione).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.