Home Arte e Cultura La storia di Baia e Latina dalle origini ai comuni riuniti nell’ultimo...

La storia di Baia e Latina dalle origini ai comuni riuniti nell’ultimo lavoro di Biagio Romano

Il nuovo contributo di Biagio Romano restituisce un'immagine dettagliata dell'antica quotidianità di Baia e Latina, due territori differenti pur costituendo il medesimo comune

927
0

Giovanna Corsale Biagio Romano regala al lettore ancora un contributo prezioso, fotografia cristallina della storia del comune di Baia e Latina. La prospettiva che l’autore ci offre è quella di chi i suoi luoghi li vive da sempre, ma mai si stanca di raccontarli con meticolosità e passione. La storia di Baia e Latina dalle origini ai comuni riuniti. Documenti e ricerche storiche è il titolo del libro, in cui viene ricostruita la storia di Baia prima e Latina poi, un lavoro non facile, dal momento che si tratta di territori e culture differenti tra loro.

“Di Baia e Latina si è scritto talmente poco, che scrivere questo testo mi ha appassionato sempre di più, man mano che ricercavo documenti del passato”: scrive così Biagio Romano nella Premessa, puntualizzando come l’obiettivo che attraverso il suo studio ha inteso perseguire è quello di restituire alla comunità di Baia e Latina la sua memoria storica, “perché un popolo senza memoria storica è come se non esistesse”. La trattazione del volume è impostata per periodi storici, sulla base di documenti certi, e confluisce in cinque capitoli: Dalle origini al Regno Borbonico, Dal Regno Borbonico ai comuni riuniti, Il Brigantaggio nei comuni riuniti, Gli atti storici della Seconda Guerra Mondiale.

Fanno da corredo allo studio di Biagio Romano una corposa carrellata di fotografie che ritraggono chiese, dimore nobiliari – come il Castello Medioevale di Baia e il Castello feudale con Torre normanna di Latina -, così effigi, ritratti di personaggi famosi, ecc. Oltre alle foto, tra le pagine del libro è possibile rintracciare anche documenti di archivio, delibere comunali, e così via, che descrivono “l’antica quotidianità di questo nostro popolo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.