Home Territorio Piedimonte Matese. Appalto rifiuti, annullata la procedura

Piedimonte Matese. Appalto rifiuti, annullata la procedura

810
0

La determina dell’ufficio tecnico ha azzerato l’iter. Troppo alti gli esborsi per le imprese aggiudicatarie

Tutto da rifare. La procedura per l’aggiudicazione delle attività di igiene urbana, che il Comune di Piedimonte aveva messo in cantiere con l’obiettivo di accorpare tutti i servizi (dalla raccolta porta a porta allo spazzamento strade) è stata interrotta con una determina dell’ufficio tecnico. Lo stesso ufficio che aveva avviato l’iter per il nuovo appalto di durata quinquennale.
Il problema di fondo, stando al contenuto della determina, starebbe tutto nel numero dei dipendenti da assumere. Alcune delle ditte interessate, infatti, si sono viste costrette a chiedere agli uffici comunali ampie delucidazioni sui costi relativi al personale interessato dal passaggio di cantiere: il numero degli addetti attualmente in servizio, infatti, supera quello del progetto posto a base di gara.
Il Comune, per dissipare i dubbi in questione, ha chiesto a sua volta chiarimenti al consorzio unico di bacino, soprattutto in relazione all’impiego di personale in quantità maggiore e con diversi livelli di inquadramento contrattuale, rispetto alle nuove previsioni progettuali varate dal Comune e adesso ritirate. Ma non solo: il Comune si è visto costretto a chiedere allo stesso consorzio unico di bacino un elenco completo del personale con relative mansioni, livello di inquadramento e anzianità di servizio. Informazioni che però l’ente locale non è riuscito ad ottenere dal consorzio: non potendosi perciò comprimere i costi per il personale, rispetto a quanto indicato nel progetto di affidamento del servizio, l’ufficio tecnico ha annullato l’intera procedura.
Troppo elevati, in sostanza, gli esborsi che le imprese aggiudicatarie del servizio avrebbero dovuto sostenere per gli addetti al servizio. Impossibile, quindi, elaborare l’offerta da proporre al Comune per aggiudicarsi l’appalto. Una volta accertata l’anomalia, la determina ha spazzato via tutto. Si ricomincia da zero.  Un quadro a tinte fosche quello dei rapporti fra consorzio di bacino e Comune di Piedimonte. Che si arricchisce adesso di una nuova, inedita puntata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.