Home Territorio Piedimonte Matese. Nuovi traguardi per l’ospedale, interventi alla facciata e su nuovi...

Piedimonte Matese. Nuovi traguardi per l’ospedale, interventi alla facciata e su nuovi impianti

1492
0

Procedono spediti i lavori di rifacimento della facciata e quelli interni rientrati nel finanziamento regionale “Energia Efficiente”

La Redazione – 1.800.000 euro è la cifra destinata ai lavori di recupero dell’Ospedale Civile di Piedimonte per ripristinare una parte dell’edificio e farla funzionare grazie all’installazione di impianti ad energia solare: la Regione Campania punta sul rinnovabile e la struttura matesina è rientrata nella programmazione che si concluderà il prossimo 31 dicembre.
La facciata – su cui non veniva effettuata una regolare manutenzione da 40 anni – soprattutto di recente ha mostrati visibili e concreti segni di cedimento: la caduta di calcinacci, il distacco di intere parti di intonaco soprattutto durante la stagione invernale hanno più volte allarmato la dirigenza del presidio ospedaliero e gli stessi utenti. A questo lavoro di restyling si aggiunge quello relativo alla messa in opera di un sistema per la produzione di energia rinnovabile e dunque di miglioramento energetico di una parte del presidio sanitario. È prevista infatti anche la realizzazione di un impianto fotovoltaico e un impianto solare termico in copertura; si interverrà sulla climatizzazione, sull’impianto geotermico e quello di illuminazione; e vi sono poi le opere architettoniche sull’involucro edilizio dell’edificio, come la sostituzione dei vecchi infissi e la realizzazione di un cappotto termico su tutte le superfici disperdenti.
Grazie ai fondi dell’Unione Europea che la Regione ha distribuito su più strutture del territorio campano si potrà dire che l’ospedale di Piedimonte ha davvero tutto un altro aspetto.
E non sono solo questioni di “facciata” perchè, come dimostrano i fatti, l’intera struttura sanitaria – un tempo vanto della sanità campana, poi annebbiata da sprazzi di malagestione, dal disinteresse della Regione (soprattutto negli ultimi anni) a far lievitare i servizi operando tagli alla spesa – sta riprendendo a funzionare soprattutto grazie ad una rinnovato senso del dovere che in questo momento coinvolge tutti: vanto di quest’ospedale è il reparto di ortopedia diretto dal dotto. Bruno Di Maggio, cui si aggiungono quello di chirurgia affidato al dott. Giovanni Robbio, la cardiologia curata dal dott. Rossano Battista; poi l’ottimo funzionamento di oncologia affidato al dott. Raffaele Nettuno e quello di terapia del dolore gestito dal dott. Bennardo Di Matteo: merito alla professionalità personale ma in particolare alle equipe di cui si circondano. Anche il Pronto Soccorso, nuovo nella struttura e nei servizi garantisce ciò che in altri luoghi simili purtroppo non avviene più.
Sull’aspetto dei lavori in fase di realizzazione è intervenuto il sindaco di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello componente del Comitato di rappresentanza dei sindaci in seno all’ASL: “Finalmente si raggiunge un risultato atteso da lungo tempo (…).  E’ una soddisfazione non soltanto di noi amministratori di ogni colore politico, che negli anni ci siamo adoperati per l’interesse comune, ma soprattutto è una risposta che riusciamo a dare alle nostre comunità che attendevano da tempo una riqualificazione della struttura sanitaria. In più dal prossimo anno si prospetta l’arrivo di concorsi per primari, con l’abbandono delle varie applicazioni dell’articolo 18 del CCNL. Assieme a questo, dovrebbero arrivare anche nuove aggiunte alle risorse umane, tra medici e infermieri.”
E noi, come l’intera popolazione dell’Alto Casertano, ci auguriamo che davvero avvenga tutto questo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.