Home Arte e Cultura San Potito Sannitico. Le opere dell’artista Giovanni Gabriele in mostra

San Potito Sannitico. Le opere dell’artista Giovanni Gabriele in mostra

"Spirito e materia, viaggio nei mille volti della ceramica" è il titolo della Mostra allestita presso Palazzo Ranieri

156
0
“Terrae Novae”, scultura di Giovanni Gabriele (particolare)

L’artista Giovanni Gabriele esporrà le sue opere in Palazzo Ranieri, a San Potito Sannitico, da sabato prossimo 8 dicembre a lunedì 7 gennaio. A partire dalle 16.00, opere di scultura e pittura dal carattere esplosivo, per l’energia di cui trasudano, prenderà il via la mostra intitolata “Spirito e materia, viaggio nei mille volti della ceramica”. L’arte di Giovanni Gabriele daranno “lustro alla bellissima struttura di Palazzo Ranieri, recentemente messa a disposizione dei cittadini dopo un lungo e certosino lavoro di restauro”, come dichiara Laura Feola, consigliere comunale di San Potito.

BIOGRAFIA DELL’ARTISTA

Lo scultore e pittore Giovanni Gabriele nasce a Roma, nello storico quartiere di Trastevere. Dal padre (regista di teatro e scrittore) viene iniziato al gusto per la poesia e l’arte. Dai nonni paterni (la nonna soprano, il nonno compositore) eredita la passione per la musica. In questo ambiente familiare così ricco di stimoli nasce e cresce la sua passione per l’arte e i suoi primissimi lavori, purtroppo perduti, già lasciavano incuriositi i fruitori. Dal 1965 frequenta per tre anni la “Capitolina scuola di disegno di nudo dal vero” presso l’Istituto d’arte “Pantheon”. Tale esperienza  gli tornerà poi utile per il prosieguo della sua carriera, specialmente per lo sviluppo della tridimensionalità della scultura.
Abbandona per un certo periodo della sua vita l’esperienza artistica, per inseguire i fantasmi di una vita non certo tranquilla. Ma molto presto il richiamo dell’arte torna a farsi sentire e così, con una forza espressiva non comune, dal 1975 si getta anima e corpo intensamente solo sulla scultura, regalandoci opere di un’intensità ed espressività uniche. Il suo lavoro si evolve trovando nella terracotta il materiale e la tecnica che meglio si prestano ad esprimere la sua prorompente vitalità. Le sculture di Giovanni Gabriele sono qualcosa di vibrante, vivo e reale. Nelle sue opere c’è armonia e soprattutto umanità palpitante di vita. Le sue opere più importanti (Inferno, Giudizio Universale, Guerre, Maternità) affrontano i temi del rapporto uomo-religione, della guerra, della maternità. Particolare rilievo viene dato allo spaesamento dell’uomo nel mondo moderno (Esplosione di libertà) e alle violenze sui bambini (Violenza sui bimbi).  Le opere Fuoco e … mostrano una tecnica non comune nel rappresentare fin nei minimi dettagli un corpo umano dinamico e straziato da emozioni forti e violente. Ha ricevuto fino ad ora molti premi, ha partecipato a mostre in Italia e all’estero, le sue opere sono in diverse collezioni private e molti critici hanno scritto sulla sua arte cose notevoli. Oggi vive e lavora a Nettuno (Roma) dove espone le sue opere nell’atelier-laboratorio di via Ripi, 9.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here