Home Scuola Piedimonte Matese, bilancio positivo per l’azienda dell’Istituto Tecnico Agrario. Raccolto abbondante anche...

Piedimonte Matese, bilancio positivo per l’azienda dell’Istituto Tecnico Agrario. Raccolto abbondante anche quest’anno

Olio, vino, tartufi, grani e sagale: le generose terre del territorio matesino premiano anche gli studenti dello storico Istituto nato dalla famiglia Borbone. Ottima la collaborazione con i contadini del territorio e presto una convenzione con la Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Salerno

1445
0

Angela Cinotti – Mentre proseguono i lavori di ristrutturazione e adeguamento antisismico della sede storica dell’Istituto agrario, l’azienda che ne è parte integrante raccoglie i frutti delle attività svolte quest’anno.

L’amore per il proprio territorio e per i suoi prodotti e l’impegno per un’agricoltura sostenibile con prodotti a km zero, caratterizzano il lavoro svolto nell’azienda dell’ITA “Coppola”. L’azienda  possiede un uliveto e un vigneto che quest’anno hanno prodotto 750 litri di ottimo olio extravergine di oliva  e 2300 litri di vino tra Aglianico, Falanghina e Greco di tufo. Da due anni c’è anche una tartufaia, creata in collaborazione con lo STAPA CEPICA di Caserta, che viene curata dagli studenti in un percorso di alternanza scuola lavoro e nel periodo di sospensione delle attività didattiche è affidata, come tutta la cura delle colture, agli 8 addetti all’azienda in forza al personale ATA dell’Istituto.

Il risultato più soddisfacente e più interessante della produzione di quest’annata 2020 così particolare ma fortunatamente positiva almeno per l’agricoltura del territorio, tuttavia, è stata la buona produzione di farine di grano e di segale ottenute dalla molitura in mulini locali dei cereali coltivati nel terreno dell’azienda ma anche in terreni di proprietà dei contadini “custodi”, piccoli proprietari del territorio, che hanno scelto di accettare la “scommessa” del dirigente scolastico, prof. Nicolino Lombardi, con il progetto “Grani antichi”. Si è partiti da semi selezionati di grani locali acquistati o donati da coltivatori e seminati in azienda o affidati ai contadini custodi che li hanno coltivati nei loro terreni; per altre varietà sono state selezionate le spighe e il prodotto è stato seminato per fare sementi per il prossimo anno. Per la segale è stata selezionata, sempre all’interno dell’Istituto, una varietà estiva montana che già da 7 anni viene coltivata.

Il risultato quest’anno è stata una buona produzione, in termini qualitativi e quantitativi, di farina00 e integrale e semola. Tutti i prodotti sono ora in vendita presso la sede dell’Istituto Industriale e nello spaccio dell’azienda situato presso la cantina dell’Istituto Agrario.

Ulteriore motivo di soddisfazione per l’impegno profuso in quest’attività è stato l’inatteso riconoscimento arrivato dalla Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Salerno che, tramite la prof.ssa Enrica De Falco ha chiesto al prof. Lombardi di coltivare in azienda una varietà di segale fornita da loro per fare una comparazione dei prodotti. È nata così una collaborazione che porterà il dipartimento di Farmacia di Salerno a sottoscrivere la convenzione con cui entrerà a far parte del Comitato Tecnico Scientifico dell’ISISS di Piedimonte Matese.

Leggi anche Per fare Europa…ci vuole un seme. Erasmus plus all’Istituto tecnico agrario di Piedimonte Matese

Foto di repertorio di un approfondimento pubblicato sul nostro magazine, dedicato all’Istituto Agrario 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.