Home Chiesa e Diocesi “Voci Benedettine”, storia e vita del monastero di Piedimonte nel racconto di...

“Voci Benedettine”, storia e vita del monastero di Piedimonte nel racconto di Rosanna Onorii

Sabato 12 settembre alle 19.00, presso la chiesa di Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese, la presentazione del libro

758
0

Giovanna Corsale – Si terrà sabato prossimo, 12 settembre, presso la chiesa di Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese, a partire dalle 19.00, la presentazione del libro Voci Benedettine, a cura di Rosanna Onorii e pubblicato dall’Associazione Storica del Medio Volturno. A confrontarsi sul testo, in compagnia dell’autrice, saranno don Emilio Salvatore, parroco di Ave Gratia Plena; Pasquale Simonelli, presidente dell’ASMV che si è occupato del capitolo su Petizione del vescovo di Alife, Gennaro Di Giacomo; Geppino Buonomo, ispettore onorario Beni storici e artistici, al quale si deve la redazione del capitolo Monastero e chiesa di San Benedetto; Costantino Leuci, professore di Storia e Filosofia presso il Liceo “Galileo Galilei” di Piedimonte, al quale è affidata la Prefazione del volume.

 Il libro in breve
La storia relativa al Monastero benedettino, che rappresenta una cellula viva nel cuore del rione Vallata in quel di Piedimonte Matese, affonda nell’epoca medievale, per la precisione ai primi del Medioevo, quando nei pressi dell’attuale stazione ferroviaria si assiste alla fondazione del Monastero di San Salvatore in Alife. È questa l’origine del luogo simbolo della clausura femminile fino al 1563, quando la struttura viene spostata nel centro della città matesina, nelle vicinanze della chiesa di San Domenico dove “oggi troviamo la splendida chiesa di SS. Salvatore, progettata da Cosimo Fanzago e l’ex convento appunto, oggi trasformato in complesso residenziale”. (Dalla Prefazione).

Questa è la premessa, ma dopo cosa accade? La risposta si trova nel racconto di Rosanna Onorii, che nasce da una ricostruzione precisa di pagine di diario scritte dalle benedettine. In quelle pagine sono racchiuse le vicende più significative della vita monastica, i principali avvenimenti diocesani, l’ingresso nel Monastero di nuove sorelle, ma anche decreti e provvedimenti dei vescovi. E grazie a quelle pagine al lettore il vantaggio di conoscere anche spaccati di storia locale e nazionale, una storia che, filtrata da una fede semplice e inossidabile, giunge fino a noi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.