Home Territorio Inaugurata piazza De Benedictis, Piedimonte Matese si riappropria dell’oratorio

Inaugurata piazza De Benedictis, Piedimonte Matese si riappropria dell’oratorio

1773
0

L’inaugurazione di piazza De Benedictis questa mattina, con tanta partecipazione e lo svelamento del bronzo del Corridore del Cila

inaugurazione-piazza-de-benedictis-piedimonte-matese-2La Redazione | Folla dalle grandi occasioni stamattina nella nuova piazza De Benedictis, che Piedimonte Matese ha tenuto a battesimo con il taglio del nastro non soltanto dello slargo antistante il Municipio, ma anche e soprattutto dell’area vicina dell’oratorio di Santa Maria Maggiore. I campetti realizzati, restituiti alla comunità dopo dieci anni di oblio, sono nuovi di zecca e nei prossimi giorni potranno rivedere le corse spensierate dei ragazzi e le attività oratoriali che da sempre hanno contraddistinto un luogo tanto caro ai piedimontesi.
Uno spazio che don Andrea De Vico ha definito “serbatoio di identità” dove si viene a creare un tessuto di relazioni. Un’intera generazione non l’ha mai vissuto, e non conosce la sua storia, ha evidenziato il sindaco Cappello durante la cerimonia inaugurativa, e in effetti è stato probabilmente questo il fattore che ha fatto pesare sempre più gli anni di attesa occorsi per completare il progetto che ha permesso la realizzazione del parcheggio nel sottosuolo e il restyling degli spazi sovrastanti, in cui oggi campeggia orgogliosamente una grande riproduzione del Corridore del Cila realizzata da Alessandro Parisi.
La comunità piedimontese ha risposto con forte partecipazione stamattina, in una bella giornata di sole per nulla invernale che ha reso l’evento più piacevole. Una piccola festa in cui è stata ripercorsa la storia dell’iter progettuale del parcheggio interrato, immaginato a partire dal lontano 1992 e piazza-de-benedictis-oratorio-piedimonte-matese-1poi avviato concretamente solo dal 2006, senza però che questo sfuggisse allo scoglio della burocrazia che ha fatto allungare i tempi di realizzazione, con la conseguenza che il “cratere” del cantiere ha tenuto sotto scacco un’area centralissima della città per dieci anni.
Il Sindaco nei giorni scorsi ci ha anticipato che l’apertura imminente del servizio parcheggio potrebbe portare a una chiusura del traffico in piazza Roma,  nel caso la comunità fosse d’accordo. Qui potete leggere la breve intervista che gli abbiamo fatto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.